inAbruzzo | Balsorano
1378
post-template-default,single,single-post,postid-1378,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-3.8.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1.1,vc_responsive

Balsorano

Balsorano

Frazioni e località

Balsorano vecchio, Ridotti, Collecastagno, Collepiano, Le Fosse, Tre Ponti, Le Fonti, Macchia a Fiume, Case Marconi, Case Cipriani, Scattimpiane, Case Alfonsi, Case Giovannangeli, Fonte Cianfarani, Case Catena, Case Pistola, Case Giovannone, Ponte Collepiano, Case Norcia, Fossato di Sasso, Pelagalli, Noce Grande, Casino Villa.

Dati e curiosità

  • altitudine: 340 m
  • superficie: 57 km quadrati
  • nome degli abitanti: balsoranesi
  • Santo patrono: San Giorgio Martire
  • Festa patronale: 23 Aprile

Fa parte della Comunità Montana Valle Roveto

Storia

  • Periodo italico-romano
    I rinvenimenti tombali in località L’Affitto e i numerosi frammenti fittili affiorati nel vallone di S.Onofrio testimoniano la probabile presenza di una necropoli e due vici romani.
  • 745 d.C.
    Il toponimo Vallis Sorana compare nella donazione della chiesa di S. Stefano al monastero di S. Vincenzo al Volturno.
  • XII secolo
    Dal “Catalogo dei Baroni” si evince che il borgo al tempo era soggetto al conte di Albe, al quale rimase legato fino al 1463.
  • 1463 – inizi XIX secolo
    Balsorano passò con Celano in feudo ai Piccolomini, i quali lo tennero per vari secoli.
  • 1915
    Il borgo fu completamente distrutto dal sisma di Avezzano e poi ricostruito più a valle.

Da visitare

Castello Piccolomini

Balsorano (Aq), castello

O castello di Balsorano, che si erge sulla sinistra del fiume Liri, a 430 metri sul livello del mare, ed è uno dei pochi manieri sopravvissuti nella zona. Si trova a dominare la frazione di Balsorano Vecchio e i resti del suo borgo distrutto dal terremoto di Avezzano del 1915. Ha pianta pentagonale irregolare e ogni angolo è munito di un poderoso torrione circolare; la torre più alta è però quella quadrata. All’interno merita una visita la camera da letto che, arredata in origine (nel Trecento) solo con pochi mobili in gotico puro, ma arricchita nel XV secolo di un arredamento lussuoso; le pareti furono rivestite di seta, e furono introdotti mobili di pregio come il letto baronale sormontato da baldacchino. Di grande valore la coperta in seta che riproduce lo stemma dei Piccolomini / D’Aragona, ossia una croce, cinque mezzelune e dei pali con gigli, emblemi cavallereschi di parte guelfa.

Biblioteca comunale

si trova nel Centro Polivalente di Viale della Rimembranza, tel. 0863 / 95 551

Convento di San Francesco

distrutto dal terremoto del 1915 ,e ricostruito in forma e dimensioni più modeste con annessa chiesa dedicata a San Francesco. Interessante un altare in marmo pregiato, lavorato e cesellato, risalente al 1600 e donato della famiglia Piccolomini. Fu recuperato dalle macerie della vecchia chiesa distrutta dal sisma.

Fontana di San Martino

Balsorano049

e la porta omonima, all’ingresso del borgo diruto di Balsorano Vecchio. Risalgono al XVII secolo e per la festa del Santo (che cade l’11 novembre) gli abitanti si radunano sotto la fontana all’insegna di antiche tradizioni popolari da rievocare con passione

Immagini di Balsorano

Foto di Balsorano

Articoli culturali

cerca articoli culturali su Balsorano in Cultura inAbruzzo

Eventi

23 aprile
Festa in onore di San Giorgio Martire

Ricettività

Informazioni turistiche

Comune
piazza T. Baldassarre 13
tel. 0863 / 951215
fax 0863 / 951249
sito web: www.comune.balsorano.aq.it

Pro loco
Piazza Piccolomini
Tel: 366 4891810
Sito: www.prolocobalsoranovecchio.it

Tags: