inAbruzzo | Borrello
391
post-template-default,single,single-post,postid-391,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-3.8.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1.1,vc_responsive

Borrello

Frazioni

Baronessa

Dati e curiosità

  • altitudine: 804 m
  • superficie: 14 km quadrati
  • nome degli abitanti: borellani

Storia

  • epoca italica o romana
    probabile fondazione
  • X secolo
    prima citazione della Civitas Burrelli indicandolo come possedimento della potente famiglia franca dei Borrello discendente dei conti dei Marsi. Per molti anni fu la residenza di Oderisio Borrello che dalla riva del Sangro conduceva le proprie incursioni su un ampio territorio estendendo il dominio della terra borrellense fino ad includere Castel di Sangro e Lama dei Peligni nell’aquilano e Bagnoli del Trigno nel Molise; questi feudi rimasero saldamente nelle mani dei suoi discendenti, quasi tutti di nome Borrello, fino al 1139
  • 1139
    il re normanno Ruggero II inglobò definitivamente le terre d’Abruzzo sotto lo scettro della corona di Sicilia. Da questo momento Borrello divenne uno dei tanti piccoli feudi del Regno nel quale si alternò una lunga fila di feudatari appartenenti alle famiglie più o meno in vista della nobiltà partenopea e risentì di tutte le vicende che coinvolsero storicamente il Regno di Napoli fino all’unità d’Italia
  • Prima metà del ‘900
    Borrello vide la sua popolazione diminuire drasticamente a causa di una forte emigrazione verso le Americhe e il nord Europa in netto contrasto con lo sviluppo edilizio che nel periodo tra le due guerre realizzava il piano di ricostruzione conseguente al terremoto degli anni ’20
  • Seconda Guerra Mondiale
    Interamente distrutto dalle armate tedesche, fu ricostruito con tenacia dai suoi abitanti malgrado lo spopolamento sia durato fino alla fine degli anni ’60

Da visitare

La chiesa di Sant’ Egidio Abate, oggi patrono del paese, di epoca medievale. Fu costruita proprio sul limitare del costone che chiude a nord il paese. Dopo anni di totale abbandono la chiesa è stata restaurata e recentemente riaperta al culto

La chiesa di Sant’ Antonio da Padova, edificata nel ’500 su una chiesa ancora più antica e inglobando la vecchia torre civica risalente alla seconda metà del ‘400 per farne il campanile. Oggi la chiesa si presenta con l’aspetto conseguente a numerosi e recenti restauri, con stucchi e affreschi, e ospita alcune tele del ‘700

Il bel palazzo baronale, oggi sede del comune

I resti del castello di origini medievali

Il Museo della Civiltà Contadina, ospitato nel palazzo Baronale e organizzato da E. Maranzano

La biblioteca comunale

Le cascate del fiume Verde

Immagini di Borrello

vedi tutte le foto di Borrello

Articoli culturali

cerca articoli culturali su Borrello in Cultura inAbruzzo

Produzioni tipiche

Eventi

  • 5 aprile
    festa in onore di San Vincenzo
  • 11/12/13 giugno
    festa in onore di Sant’Antonio da Padova 
  • 13 dicembre
    festa in onore di Santa Lucia

Ricettività

Hotel

** Hotel Cascate del Verde – strada provinciale per Rosello 1

Approfondisci gli hotel di Borrello

Ristoranti

Approfondisci i ristoranti di Borrello

Agriturismo

  • Agriturismo LE OREADI  [P]

Approfondisci gli agriturismo di Borrello

Informazioni turistiche

Comune
piazza Guglielmo Marconi 13
tel 0872 945124

Siti web privati

Borrello site
http://www.borrellosite.com/

Borrello web
http://www.borrelloweb.it/

Tags: