inAbruzzo | Canistro
1848
post-template-default,single,single-post,postid-1848,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-3.8.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1.1,vc_responsive
Canistro

Canistro

Canistro

Frazioni di Canistro

Canistro Superiore

Dati e curiosità

  • altitudine: 554 m
  • superficie: 15 km quadrati
  • nome degli abitanti: canistrari

Santo patrono: San Giovanni Decollato

Festa patronale: 29 Agosto

Origine del nome

Il castello deve probabilmente il suo nome alla tradizionale lavorazione in loco dei cesti di vimini (canistra).

Storia di Canistro

  • Epoca romana
    Ritrovamenti archeologici testimoniano l’esistenza di un insediamento romano (pagus) non molto lontano dall’attuale capoluogo.
  • XII secolo
    Canistro, chiamata Castrum, viene menzionato per la prima volta nel Catalogus Baronum.
  • 1318
    Figura tra i possedimenti dei duchi di Tagliacozzo. Fu poi sotto il controllo di altri latifondisti, fino all’abolizione della feudalità nel 1806.
  • 1656
    La popolazione fu decimata dalla peste.
  • XIX secolo
    Fino al 1806 fu legata a Capistrello; dal 1806 al 1854 fu annesso a Civitella Rovereto; dal 1854 ottenne autonomia amministrativa.
  • 1915
    Il terremoto arrecò numerosi danni alle strutture.

Immagini

vedi tutte le foto di Canistro

Produzioni tipiche

  • Celebri le acque sorgive di ottima qualità

Ricettività

Informazioni turistiche

Comune
Piazza Monti Simbruini
Tel. 0863-97142
Fax: 0863-977641
mail: www.comunecanistro.it

Tags: