inAbruzzo | Castelnuovo di Campli: borgo fortificato
3781
post-template-default,single,single-post,postid-3781,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-3.8.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1.1,vc_responsive

Castelnuovo di Campli: borgo fortificato

Il borgo fortificato di Castelnuovo di Campli (Te)

Nel vecchio borgo fortificato di Castelnuovo, oggi frazione di Campli, tra gli impianti urbani più ricchi di significato dell’Abruzzo e tra i più ricchi per quanto riguarda l’architettura, si è ben conservata la porta Orientale.

castelnuovo borgo fortificato
La porta di San Giovanni

Chiamata anche porta “Angioina” o porta di “San Giovanni”, essa venne eretta probabilmente durante il 1300 ed è considerata una delle fortificazioni più interessanti del territorio. L’arco a tutto sesto, con scolpita la fascia ornamentale che ne segue il volgersi, si apre nella massiccia struttura muraria, costruita con la pietra proveniente dalle cave di loanella, che è fiancheggiata dai resti dell’antica cinta fortificata. La struttura si chiude con eleganti archetti del tipo a tre mensole in pietra aggettanti e sagomate a quarto di cerchio, destinati a respingere dall’alto gli assalitori, probabilmente risalenti a una sopraelevazione avvenuta nel Quattrocento.

Merlatura

Su di essa si inserisce la torre campanaria della vicina chiesa di San Giovanni, costruitaverso la fine del XV secolo. Di interesse particolare, sopra la volta dell’arco, risultano le tre insegne angioine, visibilmente rovinate, sulle quali si possono riconoscere i caratteristici gigli. Nella parte esterna l’arco è a sesto acuto ed è munito di una ghiera ornata a palmette, motivo che è replicato sui due capitelli delle imposte.

Tags: