inAbruzzo | Collarmele
1769
post-template-default,single,single-post,postid-1769,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-3.8.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1.1,vc_responsive
Collarmele (AQ), chiesa di Santa Maria delle Grazie, XVI sec. (anno 1561). parato in maiolica del prospetto principale.

Collarmele

Collarmele

Dati e curiosità su Collarmele

  • altitudine: 835 m
  • superficie: 23 km quadrati
  • nome degli abitanti: collarmelesi

Santo patrono: Santa Felicita

Festa patronale: 10 Luglio

Fa parte di:

  • Comunità montana Valle del Giovenco
  • Parco Naturale Sirente-Velino

Storia di Collarmele

  • Età romana
    La storia di Collarmele inizia dall’antico abitato di Cerfennia sulla Via Valeria, una delle principali arterie di comunicazione, dove sorge oggi l’odierno Collarmele. Estintosi il primo nucleo urbano la città rinasce verosimilmente dai superstiti della vecchia Cerfennia. Esiste l’ipotesi che Collis Armelis avrebbe tratto origine dalla riunione di dieci frazioni, che si erano costituite in località diverse del territorio collarmelese.
  • 1600
    Dominano le famiglie dei Colonna e degli Orsini, in lotta tra di loro per godere del dominio dell’area.
  • XIX secolo
    Collarmele entrò a far parte del comune di Piscina (1806); in seguito si aggregò con quello di Cerchio (1811), per poi staccarsene nel 1816, divenendo comune autonomo.
  • 1873
    Fu costruita la carrozzabile Avezzano – Sulmona, la quale segue per lunghi tratti il tracciato dell’antica Via Valeria.
  • 1881
    Fu costruita la carrozzabile Avezzano – Tivoli, la quale anch’essa per molti tratti segue il tracciato di Via Valeria.
  • 1902
    Fu costruita la ferrovia che collega Avezzano con Sora.
  • 1915
    Viene colpita dal terremoto del Fucino, che distrusse interamente la vecchia parte del paese.
  • 1915 e il 1925
    Iniziano le opere di ricostruzione del paese, che videro inevitabilmente un ammodernamento di tutte le abitazioni e delle strutture edilizie.

Da visitare a Collarmele

Chiesa di Santa Felicita

Costruita per volere di Don Gaetano Del Grosso, parroco di Collarmele dal 1920 al 1946. I lavori di costruzione terminarono nel 1940 e l’inaugurazione avvenne proprio nel giorno delle celebrazioni in onore della Santa.

Chisa di Santa Maria delle Grazie

Collarmele (AQ), chiesa di Santa Maria delle Grazie, XVI sec. (anno 1561). parato in maiolica del prospetto principale.

Cinquecentesca la sua edificazione fu merito della famiglia Piccolomini. La facciata, nella parte superiore, è splendidamente decorata da piastrelle in maiolica.

Immagini di Collarmele

Eventi a Collarmele

9-10 Luglio
Festa in onore di Santa Felicita e dei sette Figli Martiri

23-24 Settembre
Festa in onore della Madonna della Mercede

Ricettività a Collarmele

Informazioni turistiche su Collarmele

Comune
Piazza Primo Maggio
tel. 0863 78126-789330
fax: 0863 789331
mail: info@comunedicollarmele.it
sito: www.comunedicollarmele.it

Tags: