inAbruzzo | Consigli per la vacanza in montagna d’inverno
97
post-template-default,single,single-post,postid-97,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-3.8.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1.1,vc_responsive
Montagna d'Abruzzo in inverno

Consigli per la vacanza in montagna d’inverno

Consigli utili per la vacanza sicura in montagna d'inverno

Consigli utili per la vacanza sicura in montagna d’inverno

Meteo

Il clima in montagna varia molto rapidamente e il sole viene presto sostituito dal temporale. Le bufere possono quindi arrivare all’improvviso. Per questo motivo prima di affrontare un’escursione, specialmente in inverno, è consigliabile informarsi con precisione sulle previsioni meteo della zona, ascoltando i bollettini, visitando gli appositi siti internet ma soprattutto chiedendo presso l’hotel dove alloggiate: la gente che vive in montagna la conosce alla perfezione. Se si prevedono peggioramenti rimandate la vostra escursione.

Abbigliamento

Il clima in montagna varia con estrema facilità quindi è consigliabile vestirsi a strati, con indumenti che possono facilmente aggiungersi o togliersi in caso di bisogno. Non dimenticate guanti e cappello, meglio se uno pesante ed uno leggero, occhiali da sole ed una protezione per il viso. Se prevedete di intraprendere un’escursione lunga e faticosa portatevi anche dei ricambi per gli indumenti. Gli appassionati delle varie discipline conoscono poi naturalmente i singoli elementi di abbigliamento tecnico necessari al loro sport preferito, come pantaloni antivento e simili.

Cibo e bevande

È sempre opportuno portare con sé acqua e cibo, per esempio snacks, crackers e merendine anche se si prevede di rientrare entro breve. Meglio evitare alcolici e bibite gassate e se prevedete di pranzare fuori scegliete un pranzo leggero e facile da digerire.

Escursione sulla neve

Sebbene le zone di montagna spesso non hanno campo potare con sé un cellulare con la carica completa potrebbe rivelarsi molto utile in caso di bisogno. Prima di partire avvisate sempre qualcuno sull’escursione e sul percorso che intendete fare, va bene anche dirlo al titolare dell’albergo in cui alloggiate. Non partite mai da soli e se non siete in perfetta forma fisica. Se non conoscete l’attività sportiva o il percorso che state per intraprendere, affidatevi ad una guida locale e ad accompagnatori esperti.

Non sopravvalutate mai le vostre possibilità; quindi se siete abituati ad escursioni di un’ora non avventuratevi in percorsi di 8 ore. Verificate di avere tutta l’attrezzatura tecnica prima di partire. Se avete dubbi su sci o scarponi fateli controllare in paese, dove ci sono sempre numerosi centri tecnici attrezzati o negozi specializzati in grado di farvi assistenza.

Sciare sicuri

Evitate di avventurarvi su piste e itinerari non tracciati, seguite sempre le indicazioni e rispettate la segnaletica. La primavera è il periodo più a rischio per le valanghe quindi informatevi prima sulla situazione del momento. Rispettate le regole di precedenza sulle piste ed evitate di mettere in pericolo voi e gli altri. Fate indossare il caschetto ai bambini e teneteli lontani dai percorsi di maggiore traffico. Salendo e scendendo dagli impianti di risalita fate attenzione a non adottare comportamenti pericolosi come il lanciare in aria l’ancora dello skilift quando si scende, o fermarsi nei percorsi di uscita delle seggiovie. Se usate snowboard su piste miste, ricordatevi che ci sono anche altri sciatori.

Auto

Sulla neve e sul ghiaccio è opportuno guidare con prudenza, a velocità ridotta e con marce basse e movimenti lenti. Evitate anche le frenate brusche e ricordate che l’ABS in questi casi non vi aiuta. Lo stesso dicasi per le catene e le gomme termiche perché se sotto lo strato di neve c’è una lastra di ghiaccio non fanno nessuna presa. Non lasciate il freno a mano tirato per lungo tempo: il gelo potrebbe bloccarlo.