provincia Teramo - articoli in archivio

  • Vernesca

  • Vernesca, frazione di Cortino Dati e curiosità frazione di: Cortino (Te) area: Monti della Laga Origine del nome Il nome del comune deriva da “verna”, che significa ontano, un particolare tipo di albero molto diffuso in queste zone. Introduzione Il centro storico, situato a 915 metri sul livello del mare, è abitato da 10 persone che formano complessivamente 5 nuclei familiari; 33 chilometri lo separano da Teramo, soltanto 12 da Pagliaroli. Storia 1488  Per volontà e in rappresentanza del Vescovo de Pareda, l’arcidiacono Savino di Giacomo provvede a conferire le chiese di Sant’Angelo, Santa Maria de Padulis e San Paolo

  • Piano Fiumata

  • Piano Fiumata, frazione di Cortino Dati e curiosità frazione di: Cortino (Te) area: Monti della Laga Introduzione Il centro urbano, collocato a 828 metri sul livello del mare, è abitato da appena 3 abitanti con 3 nuclei familiari. È lontano da Teramo 32 chilometri e 11 chilometri da Pagliaroli. Storia 1400/1500  La popolazione di Piano Fiumato pagano le spese per una parte dei dipinti presenti nella parrocchia di Pezzelle. 1639  Si delibera uno “strumento di pace” fra Gio. Lucidi alias “Froscia” e Gio. Camillo Valentini di Fioli ed i presenti erano “D. Josephus Pyrfelici Ville Pezzellarum et D. Paulus Referze

  • Padula

  • Padula, frazione di Cortino Dati e curiosità frazione di: Cortino (Te) area: Monti della Laga Origine del nome “Il toponimo indica un luogo paludoso. Padula, corruzione di Palude, è stata provveduta scevra da unioni con altre parrocchie dal 1529, in qua. Nulla di più facile dell’aver potuto le acque del prossimo e quasi nascente Tordino impaludarsi in quel basso fondo, specialmente se se ne fosse intercettato il corso da uno scoscendimento della vicina montagna di Ceppo” (N. Palma, Storia). Introduzione L’originale borgo di Padula collocato a 932 metri sul livello del mare e abitato da 117 persone che compongono 60

  • Macchiatornella

  • Macchiatornella, frazione di Cortino Dati e curiosità frazione di: Cortino (Te) area: Monti della Laga Origine del nome Non si sa con certezza da dove esattamente provenga il nome Macchiatornella, e pertanto ci si trova dinanzi a varie interpretazioni: da un lato si dice che il nome derivi da un “Tornello” proprietario dei boschi della zona; dall’altro lato si racconta una leggenda più pittoresca, che vede protagonista una giovane chiamata “Tornella” la quale per coronare il suo sogno d’amore con l’amato che non era ben visto dai suoi familiari, decise di scappare nei boschi che col suo nome furono poi

  • Lame

  • Lame, frazione di Cortino Dati e curiosità frazione di: Cortino (Te) area: Monti della Laga Origine del nome Il suo nome deriva da una zona paludosa a causa della presenza del fiume attiguo: infatti nel gergo locale, che fu profondamente influenzato dall’idioma proprio dei Longobardi, “lama” vuol dire fango. Introduzione Il centro urbano, collocato a 900 metri sul livello del mare, conta 12 persone appartenenti a 8 nuclei familiari e dista 34 chilometri da Teramo e 13 da Pagliaroli. Fortemente affezionati al luogo per i ricordi del passato, i proprietari delle abitazioni che non abitano più a Lame ma sono

  • Fonte Palumbo

  • Fonte Palumbo, frazione di Cortino Dati e curiosità frazione di: Cortino (Te) area: Monti della Laga Origine del nome Il nome Fonte Palumbo si pensa che abbia origine dalle frequenti soste presso la fonte che erano soliti fare determinati tipi di uccelli: tra di essi si avvistavano più spesso i colombi selvatici chiamati anche “palombacci”. Introduzione Fonte Palombo è collocato a 980 metri sul livello del mare e conta 9 residenti e appena 5 nuclei familiari. La distanza che la separa da Teramo è di 22 chilometri, invece da Pagliaroli è di 2 chilometri. Come agglomerato nasce agli inizi del Novecento

  • Elce

  • Elce, frazione di Cortino Dati e curiosità frazione di: Cortino (Te) area: Monti della Laga Introduzione Elce, comune situato a 840 metri sul livello del mare, è formato da una ventina di nuclei familiari, con 41 abitanti complessivi. Teramo è lontana 24 chilometri e Pagliaroli appena 2 chilometri. Nel 1950 vi abitavano trecento residenti, che in totale formavano ben 45 nuclei familiari, grazie all’agricoltura e all’allevamento di ancor più di duemila ovini, 500 bovini e almeno 80 cavalli; oggi sono appena 48, perché molta gente decise di emigrare verso l’Agro Romano ma anche nel Nuovo Continente, in particolare verso il

  • Collegilesco

  • Collegilesco, frazione di Cortino Dati e curiosità frazione di: Cortino (Te) area: Monti della Laga Origine del nome Il nome del comune, che deriva da Gilesco, sincope di Gentilesco, presumibilmente va ricondotto ad un vecchio feudatario chiamato Gentile. Introduzione  Collegilesco, situato a 783 metri sul livello del mare, è un comune in cui risiedono 31 persone appartenenti a 13 nuclei familiari. 20 chilometri lo separano da Teramo e appena 3 da Pagliaroli.  Fino al secolo scorso l’economia del comune era basata prevalentemente sull’agricoltura, ma il dinamismo degli abitanti ha permesso oggi di apportare grandi cambiamenti che hanno reso Collegilesco molto

  • Comignano

  •   Comignano, frazione di Cortino Dati e curiosità frazione di: Cortino (Te) area: Monti della Laga Origine del nome Il nome Comignano sembra derivare o da un prediale – dal termine romano Cominius, che dimostra come i Romani anticamente frequentassero questa zona– o, secondo la ricostruzione del Palma, dal termine greco Comao, che significa” terreno che produce verdi erbe”. Introduzione Il borgo di Comignano, che sorge ai piedi del Colle Micedi (alto 1200 metri), si trova a 980 metri sul livello del mare, a 26 chilometri da Teramo e a 5 chilometri da Pagliaroli. Le persone che vi risiedono sono

  • Casanova

  • Casanova, frazione di Cortino Dati e curiosità frazione di: Cortino (Te) area: Monti della Laga Introduzione  Il centro urbano di Casanova, collocato a 680 metri sul livello del mare, con 110 abitanti appartenenti a 51 nuclei familiari, è lontano da Teramo 18 chilometri, mentre sono 7 i chilometri che lo separano da Pagliaroli. Storia  1134  Gusberto di Suppone regala all’episcopo Guido II tutti i suoi possedimenti siti in Caiano, Nove, Padula, Cortina, Commoniano, Acquaviva, Colle Aiolesco, Gregano, Casanova e Faieto; “…entro i confini delle terre montanara e teoderadesca e fra le terre totonesca e teoderadesca in ville, chiese, …e uomini.”

  • Casagreca

  • Casagreca, frazione di Cortino Dati e curiosità frazione di: Cortino (Te) area: Monti della Laga Introduzione Il centro urbano di Casagreca, collocato a 833 metri sul livello del mare e abitato solo da due persone appartenenti allo stesso nucleo familiare, è lontano da Teramo 33 chilometri e da Pagliaroli 14 chilometri. In origine il comune era chiamato in vari modi quali Casereco, Casareco, Casarico, Casarice. Gli originari di questa zona sono assai fieri del loro territorio e, nelle stagioni più calde e nei weekend, rivedono con gioia le proprie abitazioni. Un tempo i residenti di Casagreca erano chiamati con l’appellativo

  • Caiano

  • Caiano, frazione di Cortino Dati e curiosità frazione di: Cortino (Te) area: Monti della Laga Origine del nome Il nome del luogo ha origine dal romano Cajus, e indica che la località era molto frequentata nel lontano passato. Introduzione Caiano, collocato a 837 metri sul livello del mare, è un centro urbano dalle modeste dimensioni con appena undici abitanti, per un totale di dodici nuclei familiari. Sorge sulla via provinciale 47-bis all’altezza dell’incrocio che conduce a Rocca Santa Maria, a 30 chilometri da Teramo e 10 chilometri da Pagliaroli. Nei primi anni del Novecento si riteneva che il tenore di

  • Altovia

  • Altovia, frazione di Cortino frazione di: Cortino (Te) area: Monti della Laga Introduzione Altovia è collocata a 1183 metri sul livello del mare e dista 31 chilometri dalla città di Teramo e 8 chilometri da Pagliaroli. Il piccolo borgo è caratterizzato da un esiguo numero di abitazioni in pietra risalenti al XVIII secolo e l’inizio del XX secolo, le quali sono state oggetto di una ristrutturazione quasi completa. Nei primi anni del 1800 era popolata da almeno 66 persone ed era parte integrante dell’Ateneo di Roseto; nel 1814 le persone residenti scesero a 63, e la frazione divenne parte della

  • Valle Castellana. Frazioni e contrade

  • Area dei Monti Gemelli Leofara A più di mille metri d’altezza sorge Leofara, una frazione prevalentemente ottocentesca e moderna con alcune case dirute del XVIII secolo. Alcuni edifici, oggi restaurati, presentano caratteristiche strutturali che fanno pensare al XVI secolo: un passaggio sostenuto da travi lignee e una casa-torre. La chiesa di Santa Maria, a navata unica con tetto a capanna e semplice facciata originariamente rettilinea, conserva, almeno per due terzi dell’altezza, la muratura antica. Il restauro moderno (cui si deve anche l’attuale campanile) rende difficile una sua precisa collocazione cronologica. All’interno si conserva un altare ligneo di legno policromo e

  • Crognaleto. Frazioni e contrade

  • Frazioni di Crognaleto Santa Croce La chiesa di Santa Croce nell’omonima frazione, a navata unica, con tetto a capanna e campaniletto sulla facciata, non presenta caratteri architettonici utili ad una precisa collocazione cronologica. Le fonti medievali, riportate nel censuale del 1526, citano una chiesa di Santa Croce di “Bibilo” che con ogni probabilità sorgeva fuori dell’abitato odierno nella località che ancora oggi conserva il toponimo Vibile, ma non se ne ravvisano resti. Tottea La chiesa di San Michele Arcangelo di Tottea, appare oggetto di numerosi restauri. Ha tetto a capanna e campaniletto a vela in facciata. L’interno è intonacato. L’unica

  • San Giorgio

  • San Giorgio, frazione di Crognaleto Dati e curiosità frazione di: Crognaleto (Te) area: Monti della Laga Introduzione Lungo la cresta di un’altura che tocca i 1139 metri, nel punto più alto, si trova la chiesa parrocchiale di San Giorgio, circondata dalle case del borgo. Gli edifici più antichi, dei quali alcuni diruti, risalgono al XVI secolo. Si tratta di modeste case che presentano le caratteristiche di altri centri dei Monti della Laga come, ad esempio, un edificio che reca sull’architrave della porta un simbolo araldico con un giglio doppio. Da vedere Chiesa di San Giorgio La chiesa di San Giorgio

  • Alvi

  • Alvi, frazione di Crognaleto Dati e curiosità frazione di: Crognaleto (Te) area: Monti della Laga Da vedere Chiesa di Santa Maria di Alvi La chiesa dedicata a Santa Maria risale al 1324 ma è stata purtroppo vittima di rifacimento moderno (1933). Chisa di Santa Maria Apparente A nord-est del paese sorge la chiesetta di Santa Maria Apparente. Costruita in blocchi di pietra locale, ha una facciata a coronamento rettilineo conclusa da una cornice, un campaniletto per una sola campana e una finestra sopra l’ingresso. È da notare l’architrave a timpano utilizzato per la porta d’ingresso, un modo per alleggerire il

  • Aiello

  • Aiello, frazione di Crognaleto Dati e curiosità frazione di: Crognaleto (Te) area: Monti della Laga Introduzione Il paese si distende lungo la strada che da Figliola scende a Macchia Vomano tagliando l’altura che borda a sud-est il Piano Aielli, dominato sullo sfondo dalla mole di Rocca Roseto. La strada rappresenta l’asse principale di un tessuto urbano molto antico con numerose case in pietra databili tra il XVI e il XIX secolo. Gli interventi moderni sono rari. Da vedere Antiche case Nelle case cinquecentesche le murature presentano andamenti irregolari di pietra; le finestre appaiono rinquadrate da cornici. In un caso queste

  • Piano Vomano

  • Piano Vomano, frazione di Crognaleto Dati e curiosità frazione di: Crognaleto (Te) area: Monti della Laga Introduzione Sulla gola del fiume Vomano, affacciandosi alla vista della catena del Gran Sasso, sorge Piano Vomano un piccolo borgo in posizione estremamente panoramica che conserva caratteri di antichità: case in pietra del XVI-XIX, ma anche più antiche e persino cinquecentesche. Da vedere Chiesa di San Nicola La chiesa di San Nicola si presenta in pietra con semplice facciata con un campanile per due campane. Sul fianco sinistro ha due contrafforti di sostegno e nella parte terminale due costruzioni laterali più basse delle quali

  • Poggio Umbricchio

  • Poggio Umbricchio, frazione di Crognaleto Dati e curiosità frazione di: Crognaleto (Te) area: Monti della Laga Introduzione Su un’altura lungo la stretta gola del Vomano, pur essendo ottocentesco e moderno Poggio Umbricchio conserva interessanti esempi di architetture antiche. L’edificio più imponente risale al XV secolo e lo si intuisce dalla presenza dello stemma dei signori “de Podio Ramontis”. Questo edifico è collegato da un passaggio, sostenuto da grosse travi lignee, alla casa dirimpettaia che appare più rimaneggiata nella muratura del restauro ottocentesco e da interventi moderni. Da vedere Chiesa di Santa Maria Leuretana La chiesa di Santa Maria Lauretana è