inAbruzzo | Macchia Vomano
2503
post-template-default,single,single-post,postid-2503,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-3.8.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1.1,vc_responsive

Macchia Vomano

Macchia Vomano, frazione di Crognaleto

Dati e curiosità

  • frazione di: Crognaleto (Te)
  • area: Monti della Laga

??Introduzione

Lungo la cresta di un’altura con scenografica vista sul Gran Sasso sorge Macchia Vomano. Le case, costruite in pietra, sono del XVIII e XIX secolo, ma sopravvivono anche edifici più antichi del XVI secolo.

Da vedere

Chiesa di San Silvestro

La chiesa, intitolata in antico all’Annunziata, e oggi dedicata anche a San Silvestro, risale nelle sue strutture architettoniche al XVI secolo. Ha una facciata a coronamento piano nella quale si aprono l’ingresso e tre finestre. Il campanile a vela è un’aggiunta posteriore. Sul fianco sinistro c’è un ingresso e una finestra ad occhio. Si tratta, forse, dell’originaria facciata. L’interno è diviso in due navate da arconi in pietra sorretti da pilastri con capitelli a cubo. La zona presbiterale è leggermente rialzata e delimitata da una balaustra a colonnine. L’arredo è barocco: l’altare maggiore ha la nicchia centrale e colonne tortili con decoro floreale in oro e rosso su fondo azzurro; il soffitto ligneo reca dipinta un’Adorazione del Santissimo Sacramento in una ricca cornice con festoni imitante le trabeazioni classicheggianti. Anche i battenti delle due porte interne sono dipinti con motivi geometrici e rosette. Un secondo altare reca una tela seicentesca con la Madonna del Rosario di mediocre qualità e in cattivo stato di conservazione.