inAbruzzo | Mare e spiagge d’Abruzzo
11
post-template-default,single,single-post,postid-11,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-3.8.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1.1,vc_responsive
Mare e spiagge d'Abruzzo

Mare e spiagge d’Abruzzo

Mare e spiagge d'Abruzzo

Turismo balneare in Abruzzo

Una delle attrattive più celebri dell’Abruzzo sono il suo mare e le sue spiagge. La costa abruzzese si estende per decine di chilometri fra ampi arenili, ripide scogliere e pinete marittime dal fiume Tronto, che segna il confine settentrionale con le Marche fino al Trigno, confine con il Molise. Ben 133 km di costa, ora bassa e sabbiosa, ora rocciosa e imponente, che attendono i turisti per regalare loro relax, benessere ed emozioni uniche.

È facile dedurre che il paesaggio marino dell’Abruzzo si distingue per la grande varietà di ambienti, in grado di soddisfare tutte le esigenze. Il comprensorio turistico abruzzese, grazie alla varietà delle coste e alla particolare conformazione geografica del territorio può vantare caratteristiche esclusive.

La costa che rappresenta l’ingresso in Abruzzo, spalanca la porta su due realtà quasi opposte ma in grado di convivere per un lungo tratto. Al paesaggio naturale ed accogliente si aggiungono una gastronomia ricca e genuina, porti turistici moderni ed attrezzati, numerose strutture ricettive, le meraviglie artistiche e culturali e le feste tradizionali molto suggestive.

L’Abruzzo, a differenza delle altre zone costiere dell’Adriatico, è un posto tranquillo e sicuro; qui infatti il tasso di criminalità è tra i più bassi del Paese. Inoltre la gente del luogo è ospitale, schietta, sincera e molto piacevole.

La costa dell’Abruzzo

Man mano che si procede verso l’interno, la riviera abruzzese lascia gradualmente il posto ad un paesaggio agrario dolce ed ondulato caratterizzato da colline, adibite alla coltivazione agricola in totale rispetto della tradizione. Alle colline, tra le quali spuntano qua e là casali e paesini, si alternano lunghe valli scavate, nel corso dei secoli, dai corsi d’acqua che scendono dai monti, riuniti a loro volta in una lunga catena parallela al mare. In virtù di questa particolare conformazione geografica, il territorio abruzzese presenta una fitta sequenza di valli lunghe e perpendicolari a mare e monti.

È lungo queste valli, facili da percorrere anche per gli antichi, che sono sorte le principali vie di collegamento tra zona costiera e interno. Sono divenute strade vere e proprie solo in epoca romana, lasciando il posto ai primitivi sentieri, ed oggi ben asfaltate e funzionali, costituiscono i principali snodi della rete viaria locale; si tratta di quella che dalla statale 16 Adriatica e dall’autostrada A14 permette di raggiungere rapidamente tutte le località della regione, sia interne che montane. È anche grazie a queste vie di comunicazione che la costa è diventata la porta d’ingresso per l’intera regione.

I turisti possono scegliere tra un’ampia gamma di attrattive perché dalle località di mare si possono raggiungere facilmente i borghi, le città d’arte, le antiche chiese, le aree archeologiche, i parchi e le riserve naturali. Una varietà di proposte niente male soprattutto per chi intende la vacanza come un insieme di mare, relax e cultura. La mattina al mare e il pomeriggio in giro per i centri a scoprire i tesori architettonici, artistici e naturali passando per lunghe pause di piacere all’insegna della buona cucina e dei sapori abruzzesi.

Scoprite le località del turismo balneare in Abruzzo

I “due mari” d’Abruzzo

La costa abruzzese, suddivisa nelle province di Teramo, Pescara e Chieti, si allunga per centotrentatré (133) chilometri di spiagge bagnate da un mare limpidissimo e baciate dal sole per molti mesi l’anno. In virtù di queste caratteristiche il litorale abruzzese è una delle mete turistiche più apprezzate della regione, fin dal secolo scorso.

È facile trovare, nei mercati di antiquariato, cartoline che ritraggono le spiagge abruzzesi ai primi del ’900 popolate dai bagnanti con indosso i costumi tipici dell’epoca e le signore con i loro simpatici cappellini. Da allora la moda è cambiata e con essa molti altri aspetti ma il fascino della spiaggia è sempre quello di un secolo fa.

La costa nord: spiaggia adriatica

La costa presenta una grande varietà di territori. Dalla foce del Tronto, che segna il confine con le Marche, fino all’altezza del fiume Foro, situato poco a sud di Francavilla al Mare la spiaggia è sabbiosa e bassa. La spiaggia appare come un ampio e uniforme nastro dorato di sabbia finissima, con arenili larghi fino a trecento metri; in alcuni tratti c’è ancora la tipica macchia mediterranea, con le dune a segnare il margine fra la spiaggia e le verdi pinete a rinfrescare le aree restrostanti con la loro ombra odorosa di resina.

Alcune tra le spiagge più belle si trovano a Pescara, dove è possibile lasciarsi andare a lunghe passeggiate nella Pineta d’Avalos, la Pineta di Santa Filomena, protetta da una riserva Statale. Più a nord, uno splendido e celebre bosco di pini accompagna Pineto alla sua spiaggia; poco distante una fitta macchia di Pini domestici e Pini d’Aleppo avvolge la robusta e solenne Torre di Cerrano, in passato vedetta e baluardo contro le incursioni dei pirati moreschi. Si tratta di una riserva in grado di offrire molte proposte di divertimento e di svago, molto frequentata e simpatica e dotata di grande capacità ricettive e di divertimento.

Ideale sia per le famiglie che necessitano strutture adeguate, per i giovani che volgiono divertirsi, per i gruppi di amici che volgiono socializzare in allegria ma anche per gli anziani che vogliono trascorrere la loro vacanza serenamente e usufruendo comodamente di vari servizi.

La costa a sud: mare tirrenico

La costa meridionale diventa rocciosa all’altezza di Ortona e svetta dal mare nelle suggestive scogliere di Punta di Ferruccio e Punta di Acquabella, della Punta del Cavalluccio e di Punta Aderci (o Punta d’Erce). Le scogliere e le piccole insenature con spiagge e calette si alternano le spiagge di ciottoli, dove le acque limpidissime permettono di immergersi ed osservare i bellissimi e ricchi fondali marini. Fra le alte arenarie delle scogliere si apre poi il dolce golfo di Venere, seguito ancor più verso sud da quello ampio e animato di Vasto, con le larghe spiagge che tornano di nuovo ad essere sabbiose fino al confine col Molise.

Le colline dell’entroterra, coltivate e colorate dalle piantaggioni, irrompendo sulla costa sorvegliata dagli antichi trabocchi , fanno da scenografia al mare. In questa zona tutti i piccoli centri della costa sono caratterizzati da un aspetto tipico dei porticcioli, perché qui alla sera arrivano le barche da pesca cariche di pesce da vendere ai numerosi ristoranti a conduzione familiare. Questa parte della costa è più riservata e romantica, piena di spazi tranquilli, di calette isolate, dale spiagge protette dalle scogliere e dall’atmosfera particolare dei borghi marinari.

Questi luoghi erano amati anche da Gabriele D’Annunzio che qui trascorreva lunghi periodi alla ricerca della giusta ispirazione. La riviera sud è per tutti questi motivi il luogo ideale per le coppie in cerca di atmosfera per vivere tranquillamente le loro passioni ele loro emozioni, per le famiglie e per chi ama gli sport subacquei.

Nautica e porti d’Abruzzo

Chi ama gli sport nautici in Abruzzo potrà dar sfogo alla sua passione. Lungo il litorale troveranno numerosi porti commerciali e turistici per poter collocare le proprie imbarcazioni. Un esempio è quello rappresentato dalla zona prevalentemente peschereccia di Martinsicuro e dal grande porto della tradizione situato a Giulianova; entrabi offrono moderne strutture epr attraccare le barche.

A questi si aggiunge Roseto, caratterisitco porticciolo turistico e i porti commerciali di Vasto, Ortona, dai quali fra l’altro ci si può imbarcare per raggiungere le splendide Isole Tremiti, riserva naturalistica marina, anche per compiere solo una bella escursione giornaliera. Ed infine Fossacesia che offre un porticciolo costruito da poco. Il porto turistico più importante della zona, per dimensioni e servizi offerti è Marina di Pescara, attivato nel 1989; è anche uno dei principali porti del Mediterraneo e punto di partenza per numerose crociere (Croazia, Grecia, Isole Tremiti, Gargano e Riviera del Conero).

Il Porto Turistico di Pescara si estende su una superficie a terra di 72,000 mq e 180.000 sull’acqua, offre circa 1000 posti barca, è in grado di offrire cantieri navali per la manutenzione e le riparazioni ed un’ampia zona commerciale per lo shopping unito a numerose manifestazioni sportive e culturali che qui hanno luogo. Al porto si può accedere e visitare liberamente e la presenza di locali ed altre strutture lo rendono un luogo ideale per le passeggiate serali o pomeridiane fra moli, barche e negozi

Ospitali per tradizione

Gli abruzzesi sono un popolo ospitale per tradizione la stagione turistica si apre a maggio e termina a settembre. Nell’arco di questo periodo tutte le strutture turistiche della regione (alberghi, case vacanza, B&B, appartamenti, campeggi, residence) accolgono turisti provenienti da ogni parte del Paese ed offrono loro una varietà infinita di possibilità e proposte in grado di soddisfare davvero tutti, anche i più esigenti. La varietà di proposte è l’aspetto saliente dell’Abruzzo.

La varietà è la caratteristica principale anche per quanto riguarda i numerosi ristoranti e trattorie presenti ovunque sulle coste delle regione, i quali sono in grado di offrire sia i gustosi piatti della tradizione locale sia piatti adatti ad un pubblico internazionale. I ristoranti tipici della costa sono quelli specializzati nel pesce che qui viene cucinato secondo le ricette classiche. Ne sono un esempio i brodetti, cioè le zuppe di pesce i cui ingredienti (pesci, verdure e spezie) variano a seconda delle località. Anche gli stabilimenti balneari sono in grado di offrire una ristorazione di buon livello in qualunque momento della giornata, anche a pranzo.

Nelle campagne dell’entroterra prevalgono le trattorie, i ristoranti e gli agriturismi che offrono le ricette più tradizionali a base di pasta, formaggi, verdure fresche e carne. Sulla costa non mancano le pizzerie, le paninoteche e le stuzzicherie e le gastronomie che preparano piatti da asporto sia a base di carne che di pesce. Uno delle specialità è il panino con la porchetta

Non solo mare

L’Abruzzo è il luogo ideale per trascorrere le vacanze in totale relax; qui si può passegiare tra il verde dei parchi, dei giardini e lungo il mare, sdraiarsi al sole sulle spiagge, prendere un aperitivo su una terrazza o in una pineta e godere del panorama al tramonto, gustare una cena a base di pesce in uno dei tanti ristoranti della costa ed infine riposare. Le località costiere dell’Abruzzo sono molto vivaci in estate ed offrono un clima allegro e giocoso.

I lungomare, ombreggiati da palme, pini e tamerici, regalano un ‘atmosfera ideale per passeggiare gustandosi un gelato oppure abbandonarsi ad avventure amorose. Il paesaggio vicino al mare, fatto di colline punteggiate di borghi, casali e coltivazioni, ricorda molto quelli tipici dell’Umbria e della Toscana. Sullo sfondo si intravedono i profili dei monti, imponenti e freschi. Le colline abruzzesi offrono molte attrattive per i turisti, tutte da scoprire. Ne sono un esempio le bellezze artistiche dei centri storici, i sapori della tradizione gastronomica e la genuinità dei prodotti tipici.

Protagonista di tutte queste bellezze è la natura tutelata da una rete di riserve naturali come quelle del Lago di Penne, di Serranella sul fiume Sangro, delle Sorgenti del Pescara, tutte a pochissimi chilometri dalla costa. Numerose sono le occasioni di divertiemtno anche per coloro che amano le vacanze all’insegna dello sport; qui è possibile praticare fra le altre attività sportive, la vela, il windsurf, la canoa, la pesca. La costa infatti, circondata da dolci colline, offre molti scenari ideali per gli appassionati di MTB, equitazione, cicloturismo, motocross, tiro con l’arco emolto altro ancora.

Non mancano le occasioni per gli amanti delle attività subacquee; la zona ideale è quella meridionale con la costa rocciosa. I parchi acquatici offrono ulteriori occasioni di divertimento. Tutti i comuni costieri sono inngrado di offrire un’ampia scelta di strutture sportive come campi da tennis, calcetto, piste di atletica, palestre sia al chiuso che all’aperto, nei centri balneari. Negli agriturismi sulle colline vicine al mare è possibile praticare molti sport all’aria aperta dei quali il tiro con l’arco ne è un esempio ma è anche possibile visitare le fattorie didattiche per i bambini o andare a cavallo. Per chi ama il volo ci sono ben due aereoporti, quello di Pescara e quello dell’Aquila, e numerose piste per ultraleggeri disseminate in varie zone della regione.

La notte e dintorni sulla costa abruzzese

Gli amanti della vita notturna in Abruzzo troveranno molte occasioni di divertimento per trascorrere le serate in allegria; sia va dalle classiche discoteche sulla spiaggia col pianista di pianobar, alle discoteche tradizionali, dai discobar agli stabilimenti. Ovunque è possibile trovare locali per ballare ed ascoltare musica ma non mancano i localini romantici dove cenare o mangiare un gelato. Molte sono anche le sale giochi, i pub e locali a tema dove ascoltare musica e bere una bibita. La vita sulla costa abruzzese è allegra non solo di notte ma anche di giorno.

Tags: