inAbruzzo | Montagna estiva: Monti della Laga
572
post-template-default,single,single-post,postid-572,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-3.8.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1.1,vc_responsive

Montagna estiva: Monti della Laga

Luoghi turistici della Laga

Al centro del massiccio della Laga si trovano Valle Castellana, Cortino, Crognaleto, Campotosto e Rocca Santa Maria, piccoli comuni con numerose frazioni. Anche semplicemente guidando in auto si riescono già ad apprezzare le bellezze e la varietà del paesaggio, ricco di vegetazione; lo sguardo si perde facilmente in gole strette o in grandi orizzonti che terminano con le vette suggestive della Laga e della catena del Gran Sasso. Tra le località turistiche più importanti ci sono: il Ceppo, da dove si parte per visitare il Bosco Martese e alcune cascate come la Morricana; il lago di Campotosto, che tra i più importanti e affascinanti d’Europa, ideale per gli amanti della fotografia, birdwatching, canoa, windsurf ed equitazione.

Cesacastina

Cesacastina, piccolo borgo dal quale prendono vita gli itinerari che conducono alla scoperta della Valle delle Cento Cascate e poi oltre, fino alle cime della Laga. A queste mete si aggiunge il verde Piano Roseto, situato tra Cortino e Crognaleto, da dove inizia il percorso che sale fin sulla vetta del Monte Gorzano e molti altri.

Cortino

A Cortino è possibile visitare una interessante area faunistica. Tra le valli della Laga si possono scorgere dei borghi abbandonati davvero emozionanti come Tavolero e Valle Piola. Gli amanti del torrentismo saranno sicuramente soddisfatti alla vista dei numerosi corsi d’acqua impetuosi in primavera e ghiacciati in inverno che si trasformano in luoghi ideali per la pratica degli sport estremi su ghiaccio.

Monti Gemelli

Il massiccio termina con la Montagna di Campli e la Montagna dei Fiori, detti appunto Monti Gemelli, in mezzo ai quali si trova la frazione di macchia da Sole; da qui hanno origine alcuni percorsi ideali per i fuoristrada e quello a piedi che conduce alle rovine del Castel Manfrino, di origine medievale. Altro percorso interessante è quello che parte da Ripe di Civitella del Tronto e conduce alla stretta gola del fiume Salinello, dopo aver superato una cascata e le grotte degli Eremiti e risale fino a Castel Manfrino. Civitella del Tronto vanta anche una imponente fortezza, ricca di arte, Campli, e una parete rocciosa ideale per l’arrampicata sportiva. La Montagna dei Fiori, ospita sul suo versante settentrionale la stazione turistica di San Giacomo – Monte Piselli, ideale per le passeggiate estive, mentre ad ovest digrada nella valle del fiume Aterno.

Alta Valle dell’Aterno

Qui sono i borghi storici di Montereale, Capitignano, Barete, Pizzoli, che ospita un bel castello, Cagnano Amiterno, che rappresenta l’ingresso al Piano di Cascina, paesaggio ideale per le passeggiate a piedi e in bicicletta.

Le Capannelle

Le Capannelle è il nome di una suggestiva strada di montagna, la statale 80, che congiunge Teramo a L’Aquila passando per Montorio e che di recente è stata trasformata in un percorso turistico. La strada percorre la valle del fiume Vomano con la quale termina la Laga. Questa zona è ricca di borghi, tra i quali Aprati è il principale, molto ben attrezzati di agriturismi , ristoranti e strutture ricettive caratteristiche; si tratta delle vecchie case cantoniere ristrutturate e trasformate in alloggi per vacanze. La valle del Vomano separa i massicci della Laga da quello del Gran Sasso, entrambi protetti dal Parco. Il fiume Vomano è sbarrato da due dighe artificiali; una di queste è la diga di Provvidenza. Da qui inizia la strada che conduce a val Chiarino, un luogo isolato e dal paesaggio variopinto grazie ai colori del bosco in autunno. Dal passo vero e proprio, nei pressi della centrale elettrica, inizia una strada assai panoramica che scende ad Assergi; questo percorso comprende anche il punto di partenza di un sentiero coinvolgente che sale fino all’Eremo di San Franco, dove, secondo la leggenda il santo, ritiratosi in preghiera ha fatto scaturire per miracolo una sorgente dalle proprietà curative. In seguito, prima di arrivare ad Assergi, si trova la frazione di San Pietro della Ienca, dove Papa Giovanni Paolo II, in occasione di una delle sue visite in Abruzzo celebrò messa.

Ricettività sui Monti della Laga

Le strutture ricettive, compreso un campeggio, si trovano al Ceppo e a Campli, Civitella del Tronto, Campotosto, Montereale, San Giacomo, Padula, Cortino, Capitignano, Barete e Pizzoli. Mentre i ristoranti, gli agriturismi e le trattorie sono disseminate un po’ ovunque nella zona.