inAbruzzo | San Benedetto in Perillis: borgo fortificato
3887
post-template-default,single,single-post,postid-3887,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-3.8.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1.1,vc_responsive

San Benedetto in Perillis: borgo fortificato

Il borgo e l’abbazia fortificati di San Benedetto in Perillis (Aq)

San Benedetto in Perillis (Aq): Il borgo e l'abbazia fortificati

Tra le molte fortificazioni dell’Abruzzo, San Benedetto in Perillis si colloca, per la sua struttura urbana, come un esempio particolare di borgo fortificato, costruito intorno all’abbazia di San Benedetto che era stata originata da un antico gruppo di monaci stabilitosi nella località di “Perello”. L’abbazia diffuse notevolmente il monachesimo nella valle Tritana e in tutto l’Aquilano. La sua esistenza condusse lo sviluppo del borgo, circondato originariamente da una cerchia muraria potenziata da torrioni a pianta circolare, di cui si possono riconoscere le tracce anche se la struttura si trova in condizioni di grave degrado.

Alcune delle strutture superstite, quelle collocate a sud-oriente principalmente, sembrano posteriori alla cinta originaria, come si può comprendere analizzando l’apparati murario e dall’esistenza dei arrotondati torrioni di fiancheggiamento. Questa più estesa perimetrazione fortificata è stata fatta risalire al Quattrocento. Tuttora si possono vedere gli elementi di difesa caratteristici dell’abbazia tra i quali la torre che, benché senza cima, risulta ben conservata per quanto riguarda la struttura. Si pensa che sia la porta d’entrata a sesto acuto sia la zona di difesa vicina, detta rivellino, siano state costruite durante il Quattrocento.

Immagini di San Benedetto in Perillis

Vedi tutte le foto di San Benedetto in Perillis su Inabruzzo.it