inAbruzzo | Torrebruna
903
post-template-default,single,single-post,postid-903,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-3.8.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1.1,vc_responsive

Torrebruna

Torrebruna

Frazioni

Aruccia, Guardiabruna

Dati e curiosità

  • altitudine: 857 m
  • superficie: 23.59 km quadrati
  • nome degli abitanti: torresi

Da visitare

La chiesa parrocchiale della Trasfigurazione, risalente al 1615 e restaurata nel 1726. Il campanile fu edificato nel 1676, venne poi soprelevato a fine ‘800 e infine abbattuto nel dopoguerra. Si ammira oggi con decorazione in stile barocco, un bel portale in pietra e una torre purtroppo completata con una sopraelevazione fatta in calcestruzzo, dal dubbio gusto estetico, che si eleva sopra la base, unica parte dell’originale sopravvissuta ai secoli. All’interno si custodiscono opere d’arte come un busto reliquario in legno raffigurante San Placido (scuola napoletana del ‘700), una statua del santo in legno realizzata tra fine ‘700 e inizi ‘800, una pregevole statua della Madonna delle Grazie in legno, scolpita nella seconda metà del ‘700 dalla scuola di Paolo di Zinno da Campobasso, varie tele come quella seicentesca raffigurante la Crocifissione e Sant’ Onofrio, o le tre del pittore abruzzese Francesco De Benedictis da Guardiagrele, dipinte nel 1865 che raffigurano “la Visitazione”, “la Madonna di Costantinopoli con San Michele Arcangelo e San Girolamo” e “San Francesco di Paola, San Donato e San Sebastiano”

La cappella di San Rocco, costruita nella seconda metà del ‘600 fuori dalle antiche mura della cittadina. Per questo motivo veniva detta extra moenia ed era usata come lazzaretto in caso di peste o altre epidemie altamente infettive. E’ stata fortemente modificata nel corso dei secoli e forse in antico l’altare era addossato al muro di fondo e sopra si apriva la nicchia con la statua del santo patrono. Risulta che nel 1847 la chiesa fosse ormai quasi in stato di abbandono e venne trasformata in cimitero. Dai libri delal parrocchia si scopre che già dal 1837 i defunti venivano seppelliti all’interno, mentre dal 1877 la sepoltura avviene all’esterno, dando così vita al cimitero. Un enessimo restauro avviene attorno agli anni ’30. All’interno si conservano una statua di San Rocco, in legno scolpita tra la fine del ‘600 e gli inizi del ‘700, una statua della Madonna del Rosario in legno risalente al ‘700 e la statua in legno di Sant’ Antonio Abate, opera del ‘400 o al massimo del ‘500

Nel borgo si incontrano varie tracce delle mura e delle porte dell’antica cinta fortificata. Bella una torre dalla forma cilindrica

Resti di un tratturo si incontrano tra le località di Montagna e Via di Celenza

La chiesa di montagna dedicata alla Madonna delle Nevi, realizzata di recente grazie al Gruppo Alpini di Torrebruna

Immagini di Torrebruna

vedi tutte le foto di Torrebruna

Articoli culturali

cerca articoli culturali su Torrebruna in Cultura inAbruzzo

Produzioni tipiche

Tartufo

Eventi

13 giugno
festa religiosa in onore di Sant’Antonio di Padova

16 agosto
festa religiosa in onore di San Rocco

5 ottobre
festa religiosa in onore di San Placido (protettore)

carnevale
sfilata di carri e maschere

prima decade di agosto (data variabile)
sagra del tartufo nero

prima decade di agosto
mostra “rispolverando gli archivi

Ricettività

Hotel

Hotel Danenza – vico del Popolo 8

Approfondisci gli hotel di Torrebruna

Ristoranti

Ristorante La Grotta – corso Piano della Madonna 15

Approfondisci i ristoranti di Torrebruna

Agriturismo

Approfondisci gli agriturismo di Torrebruna

Informazioni turistiche

Comune
piazza del Municipio 1
66050 TORREBRUNA
Tel 0873/952131
Fax 0873/952473
Email comune.torrebruna@libero.it
www.torrebruna.eu

Associazione Pro Loco
corso Piano della Madonna 18

Tags: