inAbruzzo | Turrivalignani
1147
post-template-default,single,single-post,postid-1147,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-3.8.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1.1,vc_responsive

Turrivalignani

Turrivalignani

Frazioni

Dati e curiosità

Origine del nome

Fino al 1807 si chiamava solo “Turri” (dal lat. “Turris”, tipo di battaglia); in seguito è stato aggiunto l’appellativo “Valignani” dall’omonima famiglia teatina che a lungo ne possedette il feudo. 

Storia

  • Epoca romana
    Resti di una costruzione romana fanno pensare che un tempo vi si ergesse un castrum romano.
  • 870 d.C.
    Prima notizia documentaria della presenza umana a Turri. In quegli anni il feudo apparteneva alla contea di Chieti, in possesso della dinastia longobarda.
  • Periodo normanno
    La contea di Chieti fu smembrata in altre due contee minori: una di San Valentino e l’altra di Manoppello. Turri fu incorporato alla contea di Manoppello che cadde sotto la dominazione di Guglielmo Il Normanno.
  • XIII-XIX secolo
    Dopo molteplici avvicendamenti, la contea di Manoppello con il castello di Turri furono donati dalla regina Giovanna a Matteo Orsini (XIII secolo). Il borgo tornò poi in possesso della città di Chieti (XV secolo).
  • 1486- 1806
    Dopo la “congiura dei baroni” (1486), Turri fu concesso dal Re alla famiglia Valignani che da allora lo tramandò di generazione in generazione, fino all’abolizione della feudalità (1806

Da visitare

Immagini di Turrivalignani

vedi tutte le immagini di Turrivalignani

Articoli culturali

cerca articoli culturali su Turrivalignani n Cultura inAbruzzo

Produzioni tipiche

Eventi

Ricettività

Informazioni turistiche