Carpineto Sinello

Carpineto Sinello 

Frazioni

Montagnola, Policorvo

Dati e curiosità

  • altitudine: 381 m
  • superficie: 29 km quadrati
  • nome degli abitanti: carpinetani

Storia

  • 1156
    Il paese viene citato nella famosa lista in cui sono inseriti tutti vassalli ed i relativi possedimenti creata dai Normanni in seguito alla conquista del meridione, ossia nel “Catalogus Baronum”. Proprio in questa data Carpineto Sinello infatti fu infatti assegnata come feudo a Roberto di Monteferrante da Symon, conte di Sangro.
  • 1576
    Il territorio di Carpineto Sinello fu tramandata a diversi feudatari che subentrarono dopo i conti di Sangro.

Da visitare

La chiesa di San Michele, ricostruita nel 1728 ma di origine medioevale. Solo il portale si conserva originale, mentre all’interno si amirano stucchi e decorazioni di stile barocco.

Il castello dei D’Alanno, costruito intorno a una torre quadrata di epoca medioevale e ristrutturato a partire dal XVII secolo. Fu trasformato in residenza nobiliare. All’interno ci sono saloni che conservano ancora tracce di affreschi e una suggestiva corte

La fontana monumentale

Esempi di architettura contadina spontanea: questa è infatti l’area di diffusione della tipica casa in pietra a due camere, costruita su due livelli

Il (2008) Museo del Maiale inaugurato nei locali del castello

Eventi

  • primo sabato di agosto
    sagra della Porchetta
  • 29 / 30 settembre
    festa in onore di San Michele Arcangelo
  • 12 / 13 agosto
    festa in onore di San Vincenzo

Ricettività

Informazioni turistiche

Comune
via Madonna dell’Asilo 1
tel 0872 869135
comunedicarpinetosinello@tin.it

Immagini di Carpineto Sinello

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.