Eremi - articoli in archivio

  • Villalago (Aq). Eremo di San Domenico

  • L’eremo costruito sulle rive del lago: San Domenico di Villalago. Una delle mete “turistiche” e religiose predilette dagli abruzzesi e non solo è sicuramente il lago di Scanno, in provincia dell’Aquila, che non è soltanto un piacere per gli occhi ma anche un diletto per l’animo di chi sente fortissimo in se il trasporto per uno dei santi più celebrati d’Abruzzo, ossia San Domenico che proprio in un paese posto nelle vicinanze del lago di Scanno mostra ai fedeli il suo meraviglioso eremo. Ed in maniera particolare le vetusta struttura che sorge sulle rive del lago di San Domenico, nel

  • Raiano (Aq). Eremo di San Venanzio

  • Raiano . La bellezza del territorio si fonde con la bellezza interiore sulle orme di San Venanzio. Tra i numerosi danni che sono stati provocati dal terremoto del 6 aprile 2009, possono essere annoverati anche quelli arrecati allo splendido eremo di San Venanzio , a Raiano in provincia dell’Aquila, appunto. In Abruzzo amiamo parlare al “presente” e dunque quello di San Venanzio non “era” uno degli eremi più affascinanti e coinvolgenti della regione , ma “è “ ancora uno degli eremi più belli; infatti è viva la speranza che tutto possa tornare all’antico splendore e che si possa far riferimento

  • Roccamorice (Pe). Eremo di San Bartolomeo in Legio

  • L’eremo mimetizzato nella “roccia sacra”del vallone di Santo Spirito: San Bartolomeo in Legio. Tra gli eremi più belli e più famosi d’Abruzzo ce n’è sicuramente uno che ogni anno, soprattutto in occasione dei festeggiamenti in onore del Santo a cui esso è dedicato, attira numerosi pellegrini , ma anche semplicemente numerosi curiosi o amanti delle passeggiate montane : si tratta dell’eremo di San Bartolomeo in Legio che si trova nel comune di Roccamorice. Il paese di Roccamorice ha una particolare collocazione, infatti esso è situato proprio su uno sperone triangolare che sembra avanzare tra le modeste acque dei fiumi Lavino

  • Roccamorice (Pe). Eremo di Santo Spirito a Majella

  • Nel nome di Celestino V: il fascino di una natura spirituale che abbraccia l’eremo di Santo Spirito a Majella. Diversi sono gli itinerari che possono essere seguiti passeggiando nella natura incontaminata e spirituale che circonda la Majella, definita la “montagna sacra” proprio perché a calpestarla sono stati i piedi di quegli eremiti che hanno lasciato un segno indelebile nella storia di questo monte. Numerosi sono anche infatti gli eremi , le grotte, le abbazie che possono essere visitate e non soltanto osservate ma anche vissute interiormente in quanto la loro bellezza, il silenzio che li circonda riesce a dare spazio

  • Eremi d’Abruzzo

  • Scopri eremi e romitori d’Abruzzo, i remoti luoghi della fede costruiti da Santi ed eremiti sulle montagne abruzzesi lungo duemila anni di Cristianesimo. Per fare un turismo religioso e culturale di alta qualità è importante conoscere la storia della fede eremitica in Abruzzo e scoprire quali sono i luoghi dove pregavano santi eremiti come Celestino V. In terra d’Abruzzo vi sono molti eremi, alcuni noti a livello nazionale, altri minori, ma tutti accomunati dal profondo silenzio e dal senso di raccoglimento nella natura che offrivano secoli fa agli eremiti e che dispensano ancora oggi al visitatore sensibile e attento.