12 piatti di pasta abruzzesi che conoscono più all’estero che in Italia

Alla scoperta di alcune specialità culinarie abruzzesi viste dagli occhi di una blogger londinese, innamorata della Regione. Una riscoperta di tradizioni centenarie.

L’Abruzzo è una tra le regioni italiane più peculiari come storia e cultura, visto che, per via della sua posizione è stata alternativamente più isolata rispetto ad altre ma anche più trafficata, rappresentando uno snodo fondamentale per il centro Italia. Queste due condizioni, hanno portato allo sviluppo di tradizioni interne, che poco o niente venivano influenzate dall’esterno, portando a uno sviluppo verticale di ciò che il territorio offriva. 

La pasta abruzzese che fa innamorare inabruzzo.it
La pasta abruzzese che fa innamorare inabruzzo.it

Parlando di tradizioni, l’aspetto culinario deve necessariamente venir considerato in Abruzzo e lo sa bene Jacqui Debono, una donna londinese che diversi anni fa, durante una visita in Italia, ha finito con l’innamorarsi della nazione e del suo cibo, oltre che di suo marito Salvatore con cui adesso ha una sua missione: sul suo blog ‘the pasta project’ ha intenzione di girare tutta l’Italia e provare varie tipologie di pasta, così da scoprire le tradizioni dello stivale. Il suo peregrinare, l’ha portata in Abruzzo.

La pasta della tradizione

L’avventura culinaria tra le paste tradizionali d’Abruzzo, non può che iniziare con gli anellini alla pecorara, un piatto semplice che abbina pochi ingredienti, quali salsa di pomodoro, verdure saltate in padella e ricotta, a un gusto eccezionale. Un piatto gustoso ed estremamente nutriente, è rappresentato da sagne fritte con ceci, con la pasta rigorosamente fritta in aglio e rosmarino. E si continua con un’altra pasta fatta in casa: le patellette, la pasta triangolare da preparare rigorosamente con la pancetta.

Ecco quali sono inabruzzo.it
Ecco quali sono inabruzzo.it

Le Fregnacce, tipiche di Teramo, rappresentano una validissima alternativa alla lasagna: si tratta di simil crepes arrotolate su loro stesso, condite col ragù di carne e cotte a forno, estremamente sfiziose. E non confondetele coi cannelloni, che oltre alla carne vanno accompagnati con burro e cannella. Se invece cercate qualcosa di diverso, dovrete assolutamente provare i sorcetti, degli gnocchi di patate e spinaci, serviti con ragù di pecora.

Anche rivisitazione: arriva la carbonara di tonno che, fondamentalmente, va a sostituire il tonno al classico guanciale, risultando ottima per chi cerca un’esperienza diversa seppur familiare. E parlando di pasta col pesce, non si possono non citare i garganelli ai calamari, in cui pesce e verdure si mischiano per un connubio incredibile. Ma un connubio davvero strano, seppur squisito, è quello delle tagliatelle baccalà e porcini.

Semplicità e freschezza nella pasta con zucchine e zafferano, da accompagnare con una spolverata di formaggio fresco. E parlando di utilizzare dell’ottimo formaggio pecorino, sarà impossibile non provare le fettuccine all’abruzzese con pancetta ben cotta, pecorino come se piovesse, cipolla, prezzemolo e basilico. E concludiamo questa rassegna con gli immancabili spaghetti alla chitarra con ragù di pecora, tutta la tradizione abruzzese in un piatto.

Gestione cookie