Aeroporto a rischio: se dovete viaggiare, fatelo adesso. Ecco il perché

L’Aeroporto d’Abruzzo continua a perdere passeggeri: arrivano i dati del mese d’aprile, che ha fatto registrare un dato estremamente negativo. Le parole di D’Alfono.

Viaggiare per e dall’Abruzzo, diventa sempre più complicato. Se da un lato sono in atto, ormai da tempo, diversi progetti che contribuiscano a migliorare la viabilità all’interno della Regione, cercando di collegare le aree dei comuni montani con le zone più centrali, dall’altro lato diventano sempre più evidenti i problemi strutturali che determinati zone del territorio manifestano. Una delle infrastrutture che più di altre pare risentirne, è l’Aeroporto di Pescara. 

L'Aeroporto d'Abruzzo perde passeggeri foto Canva inabruzzo.it
L’Aeroporto d’Abruzzo perde passeggeri foto Canva inabruzzo.it

L’Aeroporto Internazionale d’Abruzzo sito a Pescara, è una delle strutture forse più importanti del territorio, dato che questo dipendono diversi voli che non servono solo a collegare l’Abruzzo ad altre località e viceversa, ma per la sua posizione geografica, si rivela di estrema importanza per tutte le Regioni limitrofe. Da diversi mesi però, il trend registrato è decisamente negativo.

Le parole di D’Alfonso

Sono finalmente arrivati i dati relativi al traffico presso l’Aeroporto d’Abruzzo nel mese di aprile 2024 e, purtroppo, sembrano essere in linea con quanto si registra da inizio anno: un drastico calo di utenti e visitatori. Dopo il periodo pasquale che aveva visto una leggera risalita, ad aprile sono stati registrati oltre 8mila passeggeri persi che portano il totale, da inizio anno, a 12.800 passeggeri persi, una media di 3mila al mese.

Le parole di Luciano D'Alfonso foto ANSA inabruzzo.it
Le parole di Luciano D’Alfonso foto ANSA inabruzzo.it

Non è mancato l’attacco immediato dalle forze d’opposizione al presidente Marco Marsilio, che durante la campagna elettorale, aveva palesato l’intenzione di far toccare il milione di passeggeri in transito presso l’aeroporto di Pescara. Proprio su questo punto, ha risposto per le rime Luciano D’Alfonso, deputato del Partito Democratico, che ha incalzato il presidente:“vola basso”. 

Sempre D’Alfonso continua e ribatte:”il milione di passeggeri vagheggiato da Marsilio si rivela un mero sogno”. Continua, spiegando la situazione:”In pratica nel primo quadrimestre di quest’anno lo scalo ha perso in media 3mila utenti al mese rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso” sottolineando come il calo di aprile sia stato forse quello che più ha pesato, con le sue 8.293 unità perse. 

Ma a cosa può essere dovuto questo vertiginoso calo? Anche riguardo a ciò, risponde D’Alfonso:I numeri dicono che non è un fatto episodico: ci troviamo davanti a una crisi sistematica, dovuta alla cancellazione dei voli per Milano Linate e Varsavia” a cui si aggiungono forti tagli a determinate tratte e collegamenti come “Torino, Barcellona (Girona), Bergamo, Dusseldorf, Malta e Memmingen”. Inoltre, precisa D’Alfonso:“gli orari di alcune frequenze sono molto più scomodi rispetto a un anno fa”.

Impostazioni privacy