“Berlusconi chiamò Costanzo e…” Maria De Filippi, il retroscena inedito sulla sua carriera

C’è un retroscena davvero poco conosciuto sulla carriera di Maria De Filippi: la telefonata di Silvio Berlusconi che poteva cambiare tutto.

Da oltre vent’anni Maria De Filippi è considerata una delle regine incontrastate della televisione di intrattenimento. Nel corso degli anni Maria è riuscita infatti a conquistarsi la fiducia e l’affetto del pubblico con uno stile di conduzione assolutamente unico, che non lascia spazio all’esagerazione o agli eccessi. Maria è sempre posata, misurata, razionale. Anche quando si lascia andare a dimostrazioni di affetto o manifesta le sue emozioni lo fa sempre in maniera estremamente moderata.

retroscena carriera maria de filippi telefonata berlusconi
Maria De Filippi e Silvio Berlusconi – Fonte Ansa Foto – inabruzzo.it

Proprio questo stile di conduzione che oggi è il suo marchio di fabbrica all’inizio della sua carriera avrebbe potuto costarle tutto. 

Come ormai sono in pochi a ricordare, Maria De Filippi debuttò alla conduzione con un talk show che si chiamava semplicemente “Amici”. All’epoca però, Maria non avrebbe mai pensato di trovarsi davanti alle telecamere perché lei aveva sempre lavorato come autrice.

Si trovò però a dover sostituire la conduttrice che era stata originariamente scelta per il programma e che era rimasta incinta: era Lella Costa. Non riuscendo a trovare un’altra conduttrice all’altezza della Costa, Maria decise di prendere in mano la situazione e condurre il programma che lei stessa aveva scritto.

La telefonata di Silvio Berlusconi

All’epoca Silvio Berlusconi era saldamente al comando di tutte le sue reti. Il programma di cui la De Filippi era autrice era (ovviamente) sotto la responsabilità di Maurizio Costanzo, il quale aveva comunque dato al programma la sua impronta stilistica.

retroscena carriera maria de filippi telefonata berlusconi
Maria De Filippi e Maurizio Costanzo – Fonte Ansa Foto – inabruzzo.it

Si trattava infatti di un talk show che metteva le generazioni a confronto e che cercava di dare l’opportunità ai giovani e agli adolescenti di palare dei propri sentimenti e dei problemi della loro età.

Quando Maria andò in onda per la prima volta, aveva uno stile di conduzione algido e poco coinvolgente, che non piacque affatto a Berlusconi. Preoccupatissimo, il Cavaliere telefonò a Maurizio Costanzo, come ha raccontato la stessa Maria. “Ho sempre pensato che dovevo fare la tv a modo mio soprattutto perché in un’altra maniera non avrei mai saputo o potuta farla, ma qualche problema, all’inizio, si presentò. Mio marito ricevette una telefonata di Silvio Berlusconi che lo chiamò per chiedergli se fosse sicuro della bontà della sua scelta. Io rappresentavo l’antitesi di tutto quello che passava in tv, soprattutto all’epoca”.

Costanzo però rassicurò Berlusconi e, per una volta, il Cavaliere ebbe completamente torto: nel giro di qualche anno Maria diventò un vero e proprio punto di riferimento per la televisione italiana. Se però Costanzo non l’avesse difesa, probabilmente la carriera di Maria sarebbe finita prima ancora di cominciare.

Impostazioni privacy