Carlo Conti verso la pensione? Il conduttore parla chiaro

Mentre i giornali lo danno in pole per la conduzione del prossimo Festival di Sanremo, lui coltiva un altro sogno per il futuro.

In questi giorni le voci sulla sua candidatura alla direzione artistica del 75esimo Festival di Sanremo si stanno facendo sempre più insistenti. La Rai vorrebbe affidare proprio a Carlo Conti il timone della kermesse, dopo l’addio di Amadeus sarebbe la figura perfetta. Anche perché non sarebbe la prima volta per lui, visto che ha guidato la competizione per ben tre volte, tra l’altro rilanciandola dopo un periodo non particolarmente felice.

Carlo Conti dice addio? Le riflessioni sul futuro
Il prossimo direttore artistico del Festival di Sanremo potrebbe essere Carlo Conti – inabruzzo.it (Fonte foto ANSA)

Non si parla d’altro sui giornali, in radio e in televisione. Conti nel frattempo riflette e mette le mani avanti: “Se me lo chiedessero mi metterò a tavolino e cercherò di capire se ho le energie e l’orecchio moderno per la scelta delle canzoni e del cast”, ha dichiarato ai microfoni de La Repubblica. E non solo, perché starebbe già pensando al momento in cui andrà in pensione.

Carlo Conti spiazza tutti: “Continuerò fino a che…”

“Io vivo alla giornata, non faccio mai programmi, e mia moglie se ne lamenta anche un po’. Mi auguro solo di essere in salute, di vedere crescere mio figlio”, è con queste parole che Carlo Conti ha immaginato il proprio futuro e di ritirarsi, almeno per il momento, non ha proprio intenzione. Anzi, potrebbe essere lui a condurre il prossimo Festival di Sanremo, raccogliendo la pesante eredità di Amadeus.

Carlo Conti va in pensione? La sua risposta
Carlo Conti ha già condotto il Festival di Sanremo in passato per tre edizioni, tra il 2015 e il 2017 – inabruzzo.it (fonte foto ANSA)

In merito all’ipotesi è stato incalzato dalla redazione de La Repubblica: “Devo capire se ho ancora l’orecchio allenato e se per caso non dovessi più averlo e rifiutassi, non lo dirò perché mi sembra una mancanza di rispetto nei confronti di chi lo farà”.

Tra dieci anni, se il pubblico lo supporterà, proverà a essere ancora protagonista sul piccolo schermo: “Amo quello che faccio e continuerò fino a che la gente gradirà, fino a che riuscirò a capirne e ad accontentarne i gusti. Nello spettacolo va così, chi decide sono il tempo e il pubblico”, le sue dichiarazioni riportate dal settimanale Gente. Insomma, non resta altro da fare che attendere per scoprire se sarà lui al timone della kermesse; i vertici Rai incrociano le dita.

Impostazioni privacy