Collasso sanità: cosa sta accadendo e cosa hanno promesso i politici

L’Assessore Regionale alla salute, Nicoletta Verì, ha parlato in un’intervista della situazione sanitaria abruzzese. Il racconto della riunione a Roma coi ministri e i risultati ottenuti.

La sanità in Abruzzo non sta sicuramente attraversando uno dei suoi periodi migliori. Certo, in questo periodo è l’intero Sistema Sanitario Nazionale ad avere grossi problemi, tra carenze generalizzate di personale sanitario di vario tipo, dai medici specializzati agli infermieri. Tra i tanti problemi che stanno emergendo, molti sono di natura economica: la carenza di investimenti mirati, è ciò che mina la serenità di chi pratica con la sanità italiana.

Buone nuove per la sanità in Abruzzo foto Canva inabruzzo.it
Buone nuove per la sanità in Abruzzo foto Canva inabruzzo.it

In Abruzzo, a rendere più grave la situazione, è il buco finanziario che, da mesi, affligge la regione. Un buco che, secondo le stime, necessiterebbe di una spesa di ben 68 milioni di euro per essere risanato, una spesa a cui i revisori dei conti della Regione Abruzzo avevano dato parere non favorevole. Adesso però, secondo quanto dall’assessore regionale alla salute Nicoletta Verì, le cose potrebbero essere cambiate grazie a una riunione.

Le parole dell’assessore

La situazione dell’Abruzzo, parlando di sanità, è sicuramente critica ma, a quanto pare, uno spiraglio di nuova speranza sembrerebbe essersi aperto in questi giorni e, più precisamente, durante una riunione istituita dal ministero della Sanità presieduto da Orazio Schillaci e dal ministero dell’Economia e Finanze presieduto da Giancarlo Giorgetti, che ha visto impegnata l’assessore regionale alla saluta Nicoletta Verì a Roma. 

Le parole dell'assessore foto Canva inabruzzo.it
Le parole dell’assessore foto Canva inabruzzo.it

Durante il tavolo di confronto con i rappresentanti delle istituzioni governative, è stato portato avanti il dialogo attorno al Disegno di legge riguardante la copertura del disavanzo risultante dal conto economico al quarto trimestre 2023. Il Disegno di legge ha avuto parere favorevole, portando a una situazione che, in poche parole, potrebbe tradursi con niente tasse né commissariamento o tagli ai servizi in Abruzzo.

A rassicurare, in un’intervista, proprio l’assessore Verì, che si è detta soddisfatta, consapevole di aver preso le scelte giuste per il bene dei cittadini e per la Regione tutta. Come lei stessa ha dichiarato:”Attraverso l’approvazione da parte del Tavolo di Monitoraggio delle coperture finanziarie individuate, viene garantito l’equilibrio economico-finanziario dei conti”. Un sospiro di sollievo, per un Abruzzo che sembrava non vedere via d’uscita.

Continua Verì:” Il prossimo passaggio è quello dell’individuazione dei piani di razionalizzazione delle spese delle quattro Asl” che spiegaI piani di razionalizzazione dovranno includere un’analisi dettagliata delle risorse umane, tecniche e finanziarie oltre a prevedere proposte di miglioramento nell’allocazione delle risorse, includendo strategie di ottimizzazione dell’utilizzo delle infrastrutture e tecnologie sanitarie esistenti”.

Impostazioni privacy