Turismo in Abruzzo
Registra la tua struttura
Area Riservata

Come Calciopoli: 4 anni di squalifica, arbitro chiuso nello stanzino

Stai programmando di andare in Abruzzo?

Prenota il tuo soggiorno in Abruzzo

Arbitro chiuso nello stanzino come in Calciopoli, arriva la stangata della giustizia sportiva: la squalifica è per quattro anni

Nella storia del calcio italiano, non sono mancati episodi di grande tensione, specialmente per quanto concerne le polemiche relative alla classe arbitrale. Il caso più eclatante è stato sicuramente quello di Calciopoli, in cui le condotte improprie di diversi club, non soltanto la Juventus che ne fu suo malgrado la principale protagonista, portarono a un vero e proprio terremoto.

Quattro anni di squalifica per aggressione all'arbitro, chiuso nello stanzino
Scoppia il caso nel mondo del calcio, arriva una squalifica pesantissima (fonte: © ANSA) – Inabruzzo.it

In molti sicuramente ricorderanno l’episodio che vide protagonisti l’allora direttore generale dei bianconeri, Luciano Moggi, e l’arbitro Gianluca Paparesta, che finì chiuso nello stanzino dello stadio ‘Granillo’ di Reggio Calabria, al termine di un contestatissimo Reggina-Juventus del 2005. Qualcosa di vagamente simile, anche se con una dinamica diversa, è accaduto qualche tempo fa e ha portato a una pioggia di squalifiche molto dure.

Calcio a 5, mano pesante del Giudice Sportivo: Daspo a quattro giocatori

Gli avvenimenti di cui parliamo in questa sede fanno riferimento al mondo del calcio a 5 e per la precisione alla Serie C della Lega Dilettanti della Toscana. Il 25 novembre scorso, si è svolta la gara tra le compagini dell’Elba ’97 e della Securjob, finita per il punteggio di 8-4 per la squadra ospite tra le durissime contestazioni della squadra e dei tifosi di casa.

Daspo per quattro giocatori, la decisione del Giudice Sportivo
Bufera non solo sui campi da calcio ma anche su quelli di calcio a 5, succede di tutto (fonte: © ANSA) – Inabruzzo.it

Diversi giocatori e dirigenti dell’Elba ’97 e anche i suoi tifosi, al termine della gara, diedero vita a un clima pesantissimo, con il direttore di gara che, temendo per la propria incolumità, si chiuse nel proprio stanzino in attesa dell’intervento delle forze dell’ordine per poter uscire in sicurezza e abbandonare il palazzetto dello sport di Portoferraio. In seguito agli eventi appena descritti, c’erano già state diverse squalifiche, che avevano coinvolto ben dieci giocatori della squadra dell’Elba e anche alcuni dirigenti.

Ma per gli atteggiamenti intimidatori messi in atto, per quattro calciatori in particolare è scattato il Daspo da parte del Giudice Sportivo, applicabile a tutte le competizioni nazionali e internazionali di calcio e di calcio a 5 e anche alle singole amichevoli. Per i quattro giocatori coinvolti, la squalifica e il divieto di avvicinamento a stadi e palazzetti del calcio a 5 perdurerà per un anno. Una misura esemplare per stigmatizzare comportamenti violenti inaccettabili per il mondo dello sport.

Impostazioni privacy