Come prevenire malattie ai reni, le regole 4+1 dei medici per stare bene in salute

I reni svolgono un ruolo fondamentale nel funzionamento del nostro organismo, per questo è essenziale prevenirne le malattie. Ecco le regole 4+1.

I reni sono organi vitali. Essi svolgono una serie di funzioni fondamentali per il mantenimento della salute generale. Ad esempio, filtrano costantemente il sangue. Quindi vanno a rimuovere i rifiuti e le sostanze tossiche dal corpo. Me fanno anche tanto altro. Ed è allarmante sapere che, in Italia, una persona su 10 riporta di soffrire di Malattia Renale Cronica (MRC).

come prevenire malattia renali
I reni sono organi vitali e bisogna prevenire le malattie che possono colpirli- Inabruzzo.it

La MRC è una condizione pericolosa che altera le funzioni renali. È spesso causata da una serie di malattie renali o da altre patologie che colpiscono direttamente i reni. Inoltre, attualmente, le malattie renali rappresentano l’ottava causa di morte in Italia. E si prevede che, se non affrontate, diventeranno la quinta causa di riduzione dell’aspettativa di vita entro il 2040.

Ecco perché, Stefano Bianchi, presidente della Società Italiana di Nefrologia (SIN), sottolinea l’importanza di aumentare la consapevolezza sulla salute renale. Bisogna affrontare la MRC con un approccio che includa la prevenzione e la diagnosi precoce. Ma quali sono le regole per prevenire le malattie dei reni?

Le 5 regole per una prevenzione efficace

Uno studio condotto da ricercatori del China Medical University Hospital di Taiwan ha evidenziato un legame diretto tra il benessere renale e l’attività fisica. E in particolare la pratica del camminare. I risultati mostrano che solo il 21% delle persone affette da patologie renali croniche fa regolarmente esercizio fisico. Camminare regolarmente può contribuire a migliorare la salute dei reni. Quindi è consigliato includere questa attività nella routine quotidiana.

5 regole per prevenire malattie renali
I medici consigliano 5 regole d’oro per prevenire le malattie renali – Inabruzzo.it

Un’alimentazione adeguata è fondamentale per alleviare il lavoro dei reni e prevenire complicazioni. Una dieta bilanciata, studiata in collaborazione con un nutrizionista o un nefrologo, può aiutare a mantenere un peso sano. Ma anche a ridurre l’apporto di sodio, colesterolo e zuccheri, tutti fattori che possono influenzare negativamente la salute renale. Inoltre, limitare l’assunzione di proteine può essere utile soprattutto nelle fasi avanzate di insufficienza renale.

È importante monitorare regolarmente i livelli di zucchero nel sangue, la pressione arteriosa e l’assunzione di liquidi. Anche sotto i 40 anni è consigliabile sottoporsi a esami di laboratorio per valutare lo stato di salute renale. Questo monitoraggio può aiutare a individuare precocemente eventuali problemi e adottare misure preventive.

L’uso di farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) dovrebbe essere limitato, soprattutto nelle persone con malattie renali croniche. Questi farmaci possono avere effetti negativi sui reni. E possono aumentare il rischio di insufficienza renale acuta. È importante consultare sempre un medico prima di assumere qualsiasi farmaco, specialmente se si ha una condizione renale preesistente.

Il fumo e l’eccessivo consumo di alcol sono da evitare. Possono aumentare il rischio di sviluppare malattie renali croniche. Quindi, ridurre o evitare il fumo e limitare l’assunzione di alcol può contribuire a proteggere la salute dei reni e prevenire complicazioni future.

In conclusione, seguire queste regole può aiutare a preservare la funzione renale e a prevenire complicazioni serie che potrebbero compromettere la qualità della vita.

Impostazioni privacy