“Debito morale”, Bruno Vespa sostiene L’Aquila: in arrivo il verdetto più atteso

Bruno Vespa e il suo sostegno a L’Aquila: lo ha definito come un “debito morale”, ecco quale riconoscimento deve avere la città.

Il grande giornalista e conduttore televisivo Bruno Vespa ama la sua città natale, L’Aquila, e pur vivendo a Roma da molti anni la porta sempre nel cuore. Recentemente Vespa ha avuto modo di portare il suo sostegno alla città per un importante riconoscimento. È avvenuto in occasione del premio giornalistico in memoria dello storico e politico Gioacchino Volpe, di origini aquilane.

Bruno Vespa sostiene L'Aquila capitale cultura
Il sostegno di Bruno Vespa alla città dell’Aquila – inabruzzo.it

L’evento si è svolto per promuovere le attività e el opere di scrittori, giornalisti e autori che hanno contribuito a ed evidenziare e approfondire la conoscenza della storia della città abruzzese. Bruno Vespa ha potuto esprimere il suo auspicio per la sua terra natale. Si parla infatti del L’Aquila come una delle città candidate ad essere nominate come Capitale della Cultura per il 2026. 

Sono 10 le città finaliste e tra queste rientra anche il capoluogo abruzzese. Da tempo il Ministero della Cultura ha reso noto l’elenco delle 10 città che sono state scelte e sono finaliste per ottenere questo importante riconoscimento. È ancora tutto da decidere e per questo si inserisce bene il sostegno e l’augurio del giornalista.

L’Aquila capitale della cultura 2026: l’auspicio e il sostegno di Bruno Vespa

Alla fase finale della selezione per ottenere l’ambito riconoscimento partecipano, dunque, 10 città italiane. Si tratta, in ordine alfabetico, di Agnone (Isernia), Alba (Cuneo), Gaeta (Latina), L’Aquila, Latina, Lucera (Foggia), Maratea (Potenza), Rimini, Treviso, e l’Unione di Comuni Valdichiana Senese (Siena). Ognuna di queste città sarà chiamata, tramite i suoi rappresentanti per audizioni pubbliche che si svolgeranno il 4 e il 5 marzo 2024 e in quelle date ciascuna presenterà il proprio programma.

Bruno Vespa sostiene L'Aquila capitale cultura
L’Aquila candidata come Capitale della Cultura 2026 – inabruzzo.it

Poi verrà presa la decisione ed entro il 29 marzo 2024 verrà annunciata la futura Capitale della Cultura 2026. La città vincitrice riceverà il contributo finanziario di 1 milione di euro. La cifra verrà impiegata per la realizzazione degli obiettivi del proprio progetto emesso in fase di candidatura.

Bruno Vespa, durante l’evento di premiazione che si è svolto nei giorni scorsi, ha fatto riferimento a questa possibilità concreta che investe la sua città natale. Ha voluto esprimere il suo profondo sostegno insieme alla speranza che possa effettivamente realizzarsi. Il suo pensiero è andato ovviamente anche alla storia dell’Aquila attraversata dal terribile terremoto di cui ancora porta le tracce, nonostante gli anni trascorsi.

Il riconoscimento all’Aquila come Capitale della Cultura 2026 “è un debito morale“, ha detto il giornalista, “non solo per il sisma, ma perché la città lo merita in tutte le sue sfaccettature“, ha aggiunto. Il suo è sicuramente il sentimento di un grande innamorato della città e molto presto si vedrà se il suo auspicio troverà riscontro nella realtà.

Impostazioni privacy