Dite addio al solito Festival di Sanremo: Carlo Conti pronto a rivoluzionare tutto

Carlo Conti promette di rivoluzionare il Festival di Sanremo, a partire da una cosa (forse l’unica scelta che piacerà a tutti).

Nel corso degli ultimi anni, sotto la direzione artistica di Amadeus, il Festival di Sanremo è tornato a essere la Kermesse dei record. Il presentatore era riuscito, infatti, a trovare la ricetta magica per far riavvicinare i giovani al Festival, facendo aumentare a dismisura non soltanto gli ascolti, ma anche le interazioni social che parlavano dei suoi Sanremo.

Carlo Conti rivoluzione Festival Sanremo
Carlo Conti rivoluzionerà Sanremo? – (Foto ANSA) – Inabruzzo.it

Anche a fronte di risultati assolutamente eccezionali però, Amadeus ha deciso di lasciare la direzione del Festival e non si è trattato di una separazione serena. Pare che il presentatore avesse fatto delle richieste economiche che la Rai aveva trovato assurde e, per questo, abbia poi deciso di andare al Nove letteralmente sbattendo la porta.

Nel momento in cui è stato chiaro che Viale Mazzini aveva deciso di puntare su Carlo Conti per traghettare il Festival oltre Amadeus, tutti si sono chiesti quale linea di condotta avrebbe scelto il conduttore: continuare lungo la strada profondamente innovativa tracciata da Amadeus oppure riportare il Festival sui vecchi binari. Anche se non si conoscono ancora tutti i dettagli, pare che su una decisione in particolare Conti sarà irremovibile.

Carlo Conti cambia tutto: la prima rivoluzione a Sanremo

Mancano ancora molti mesi a Sanremo ma, come i telespettatori hanno ormai avuto modo di capire, la lunghissima preparazione della macchina del Festival è già partita. Probabilmente Conti sta già studiando il nuovo regolamento e ha cominciato a delineare la strategia globale che gli permetterà di confezionare un prodotto televisivo all’altezza delle aspettative.

Carlo Conti Sanremo
Carlo Conti vorrebbe far finire Sanremo non oltre mezzanotte e mezza – (Foto ANSA) – Inabruzzo.it

Anche se naturalmente è troppo presto per iniziare a far trapelare dettagli, sembra che una scelta sia già stata presa in netta opposizione con quella fatta da Amadeus nei cinque anni della sua conduzione. Sembra infatti che Carlo Conti abbia deciso di chiudere il Festival ogni sera al massimo a mezzanotte e mezza, rinunciando quindi alle lunghissime maratone che costringevano il pubblico a stare in piedi fino a notte inoltrata.

Sarà vero? Probabilmente sì, forse per lasciare più spazio ai programmi del dopo festival che, com’è ormai chiaro, non vedranno la presenza di Fiorello. C’è da dire però che allungare il Festival fino a tarda notte permetteva alla Rai di vendere a prezzi altissimi anche spazi pubblicitari che normalmente non avrebbero assicurato grandi guadagni. Non rimane che attendere per capire se, anche nel 2025, per una settimana milioni di italiani andranno a lavorare con le tipiche occhiaie da Sanremo oppure no.

Impostazioni privacy