Turismo in Abruzzo
Registra la tua struttura
Area Riservata

Esonero Pioli, annuncio ufficiale: tifosi del Milan spiazzati

Stai programmando di andare in Abruzzo?

Prenota il tuo soggiorno in Abruzzo

Non si smette di discutere del futuro del tecnico rossonero, che pare destinato all’addio a fine anno. Ma c’è chi va controcorrente

Fuori dalla Champions League alla fase a gironi. Fuori dalla Coppa Italia ai quarti di finale. Nel mezzo, alcuni disastri in campionato che hanno fatto scivolare il Milan in terza posizione, a -7 dalla Juve e, teoricamente, dato che l’Inter ha una gara da recuperare, a -9 dai rivali cittadini.

Esonero Pioli, c'è l'annuncio uffiiciale che spiazza i tifosi
Stefano Pioli, il grande ex va controcorrente: annuncio che fa discutere (Ansa Foto) – Inabruzzo.it

Se ci mettiamo anche l’incredibile sequela di infortuni che ha colpito la rosa rossonera  – ben 30 in stagione – e per cui è finito sul banco degli imputati Matteo Osti, il preparatore atletico che da sempre lavora al fianco dell’allenatore parmigiano, l’equazione è presto fatta.

Stefano Pioli probabilmente a fine stagione verrà esonerato dal club rossonero. O forse, come sta prendendo piede in questi giorni, si potrebbe arrivare ad una separazione consensuale. Dato che il mister potrebbe da subito accasarsi in Premier o in una big italiana bisognosa di una figura di un certo spessore (Napoli e Roma sono in pole position).

Con metà stagione ancora da disputare però, ci sono ancora delle residue speranze che il destino di Pioli possa cambiare. C’è una Europa League che, se vinta, darebbe lustro alla bacheca meneghina, e che potrebbe cambiare il giudizio sulla stagione. Ovviamente c’è da confermare il piazzamento Champions in campionato, ma l’attuale margine lascia abbastanza tranquilli tutti a Milanello.

Il grande ex sta con Pioli: “Non ne vedo il motivo”

Con l’ombra di Antonio Conte che aleggia ormai da settimane sul futuro dell’allenatore parmigiano, la dirigenza riflette sull’opportunità di avviare una rivoluzione tecnica che sarebbe necessaria se arrivasse il tecnico salentino. Fosse non altro per la filosofia di gioco quasi agli antipodi.

Esonero Pioli, l'annuncio ufficiale spiazza i tifosi
Antonio Conte, uno dei candidati forti alla successione di Pioli (LaPresse) – Inabruzzo.it

Proprio sull’essere squadra, sull’essere organizzati, sul remare tutti dalla stessa parte, ha parlato Arrigo Sacchi nel corso di un’intervista a La Gazzetta dello Sport. “Sto iniziando a vedere una squadra. Finalmente i giocatori si aiutano, dimostrano di seguire l’allenatore, lottano, s’impegnano, non mollano mai“, ha esordito il vate di Fusignano, che ha deciso di andare controcorrente rispetto alle idee prevalenti.

I rossoneri sono terzi, con un buon margine sulla quarta. Ciò significa che soltanto due squadre, l’Inter e la Juve, hanno fatto meglio. Ma non dimentichiamo che il Milan non è il club che ha speso di più sul mercato. Nell’ultimo periodo Pioli ha dimostrato di avere in mano la squadra e i calciatori hanno dimostrato di voler seguire il suo allenatore“, ha proseguito.

Se continua così e se proseguono i miglioramenti, non vedo per quale ragione Pioli dovrebbe essere mandato via a fine stagione“, conclude infine Sacchi dando concretezza al suo pensiero. Chissà se verrà ascoltato da Cardinale, Furlani e Ibrahimovic…

Impostazioni privacy