Il 2024 sarà l’anno dei bonus: tutti quelli previsti, l’elenco

Il 2024 sarà un anno ricco di bonus, quindi prima di procedere al calcolo ISEE, è fondamentale comprendere quali sono e come richiederli.

Non solo nuove conferme dagli anni precedenti ma anche tantissime novità, la maggior parte sempre strutturate in base al proprio reddito. A tal proposito è importante sottolineare che ci sono delle modifiche per quanto concerne il calcolo del modello ISEE quindi gli importi, il nucleo e anche complessivamente il risultato del documento finale che potrebbe essere differente rispetto agli anni precedenti.

bonus previsti 2024
Bonus e agevolazioni per il prossimo anno (inabruzzo.it)

Sicuramente quindi un 2024 che inizia con tanti cambiamenti, una tassazione diversa per l’Irpef e quindi una spesa più ingente per alcune fasce di reddito ma anche dei benefici economici nuovi destinati alle famiglie, l’incremento di altri esistenti e la modifica di alcuni.

Bonus 2024: quali sono e come richiederli

La prima grande novità riguarda il Superbonus al 110%. È importante fare chiarezza perché molti temono che questo sia cancellato in via definitiva. In realtà non è così in quanto il bonus viene depotenziato e pertanto è giusto parlare di modifica ma non di cancellazione.

2024 anno bonus
Il 2024 porta tantissimi nuovi bonus (inabruzzo.it)

Diventerà quindi al 70% ma sarà attivo anche il bonus al 75% che era rivolto solo alle barriere architettoniche e che invece consente di accedere a una molteplicità di benefici, dal rifacimento delle porte di casa, ai sanitari. Confermato anche il bonus mobili che permette di ottenere un buono sulla spesa per l’acquisto di arredamento ed elettrodomestici. Resta valido anche il sismabonus per tutto l’anno, con un beneficio fino a 96 mila euro, con un potenziamento portato all’85%.

Confermato anche il bonus ristrutturazioni che permette di ottenere il 50% della spesa sotto forma di sconto a fine anno nel 730. Per l’anno sarà possibile richiedere anche il bonus verde, una detrazione del 36% ed entro i 5 mila euro per spazi verdi ed aree come giardini e simili di pertinenza domestica. Anche l’Ecobonus è stato prorogato con il 50% su un massimo di 60 mila euro o uno sgravio del 70% su una spesa di 40 mila euro per l’isolamento termico.  

Restano attive anche la Carta della Cultura e del Merito per i giovani, il Bonus rottamazione Tv, incentivo per l’acquisto del televisore e per lo smaltimento di quello vecchio, Bonus universitari per i fuori sede e con reddito basso, bonus asilo nido per ottenere un rimborso sulla spesa del costo della scuola per i bambini. Senza contare poi tutto ciò che si potrà andare a detrarre dall’Irpef, dai trasporti alla palestra per i più giovani.

Impostazioni privacy