Porta in tavola la zuppa imperiale per le Feste: la ricetta perfetta per fare un figurone

Piatto tipico e tradizionale abruzzese, la zuppa imperiale va bene anche per le feste. Ecco la ricetta per farla perfetta. 

Può essere considerato un vero e proprio comfort food, ma non solo. La zuppa imperiale, classico piatto che si mangia in Abruzzo, risulta anche un piatto festoso, ottimo da servire per il Cenone di Natale. 

Zuppa Imperiale la ricetta semplicissima
Zuppa Imperiale – Inabruzzo.it

Questa pietanza tradizionale della regione, presente anche in Emilia Romagna e nelle Marche, si compone di una frittata al forno, detta anche pasta reale, che viene tagliata in tanti piccoli cubetti e servita con il brodo.

I quadrotti vengono chiamati anche spugnetti, perché la consistenza della frittata a contatto con il brodo diventa una sorta di spugna assorbendo e trattenendo il liquido. Sono molte le varianti di questa ricetta tradizionale, come avviene sempre per i piatti tipici di un’area.

Per insaporire e aromatizzare solitamente si aggiunge un po’ di prezzemolo e una spolverata di noce moscata e non può mancare il Parmigiano grattugiato. Ecco nel dettaglio come preparare una buonissima zuppa imperiale e conquistare gli ospiti.

La ricetta della zuppa imperiale abruzzese: ingredienti e preparazione

Il brodo usato generalmente è brodo di cappone, ma si può variare e usare un brodo di carne di altro tipo, così come un ricco brodo vegetale, realizzando così una versione vegetariana. Le dosi di questa ricetta sono per 2 persone.

ricetta zuppa imperiale
Il brodo di cappone è tipico per la zuppa imperiale – inabruzzo.it

Ingredienti

  • 4 uova
  • 4 cucchiai di farina 00
  • 4 cucchiai di Parmigiano Reggiano grattugiato
  • 1 ciuffo di prezzemolo
  • Noce moscata q.b.
  • Sale q.b.
  • 1 l di brodo di cappone o di altro tipo

Preparazione

  1. Per cominciare bisogna separare i tuorli dagli albumi e montare questi ultimi a neve, meglio se con le fruste elettriche, aggiungendo un pizzico di sale.
  2. Mescolare i tuorli con la farina e formare una cremina a cui aggiungere il Parmigiano grattugiato, solo un po’ di sale, il prezzemolo tritato e una generosa spolverata di noce moscata. 
  3. Quindi incorporare delicatamente gli albumi montati a neve con un movimento dal basso verso l’alto e così amalgamare il tutto.
  4. Si passa a versare il composto in una pirofila rivestita di carta da forno e cuocere a 180° per 15 minuti circa in forno statico.
  5. Quando la frittata è pronta tagliarla in tanti piccoli cubetti. Nel frattempo bisogna aver preparato il brodo e infine non resta che versarla all’interno del brodo e servirla così, ben calda.

Consigli

A contatto con il brodo il volume dei cubetti di frittata crescerà visibilmente e la consistenza cambierà diventando chiaramente spugnosa. Se si gradisce si può aggiungere un altro po’ di Parmigiano grattugiato che i commensali possono mettere da sé.

Impostazioni privacy