Turismo in Abruzzo
Registra la tua struttura
Area Riservata

Re Carlo, il regalo costosissimo per il piccolo George: unico nel suo genere

Stai programmando di andare in Abruzzo?

Prenota il tuo soggiorno in Abruzzo

Anche se Re Carlo ha sempre voluto tagliare i costi della monarchia inglese, ha fatto un regalo costosissimo a suo nipote George.

La Regina Elisabetta e il Principe Filippo erano amanti delle attività all’aria aperta, tanto che la loro residenza preferita, quando si trattava di passare del tempo, era Balmoral, la loro residenza scozzese circondata da prati e boschi. Il Principe Carlo ha ereditato da loro la passione per la vita all’aria aperta e l’ha trasmessa a entrambi i suoi figli.

re carlo regalo principe george
Re Carlo – Fonte Instagram @theroyalfamily – inabruzzo.it

Non stupisce, quindi, che William abbia deciso di sposare una ragazza famosa per le sue qualità sportive e che questa passione “di famiglia” sia trasmessa anche alla nuova generazione dei Principi di Galles.

George aveva infatti appena un anno quando suo nonno gli regalò una casa nel prato situata nel giardino di Highrove, la residenza privata del Principe Carlo. Si tratta di una casetta per bambini che riproduce fedelmente un tradizionale rifugio di pastori come quelli che venivano utilizzati da coloro che conducevano le pecore al pascolo e che rimanevano in alta montagna per diversi giorni.

Una “casa dei giochi” dal prezzo esorbitante

Naturalmente, trattandosi di un regalo per il futuro Re d’Inghilterra, Carlo non ha badato a spese e ha curato personalmente la progettazione degli interni della casa. Per esempio sappiamo che la casetta ha pavimenti in rovere europeo, una stufa a legna per tenere l’ambiente al caldo e un divano letto di lusso, mentre il telaio delle finestre, dotati di doppi vetri per tenere fuori il gelo, è realizzato in quercia inglese stagionata.

re carlo regalo principe george
Highrove – Fonte Instagram @highgrovegarden – inabruzzo.it

Per quanto riguarda invece il colore degli interni, Carlo ha deciso lui stesso il colore con cui tinteggiare le pareti: il Re (che quando ha fatto questa scelta era ancora Principe di Galles) ha optato per una sfumatura di blu chiamata “uovo d’anatra”. 

In tutto, pare che il rifugio per i giochi di George sia costato la bellezza di 18.000 sterline, cioè quasi 21.000 Euro attuali. 

A realizzare questa piccola opera d’arte è stata un’azienda che si occupa proprio di fabbricare capanne in stile tradizionale e che aveva ricevuto nel 1994 un grosso sussidio dal Prince’s Trust, ovvero il fondo di beneficenza con cui Carlo sovvenziona, tra le altre cose, le piccole aziende inglesi che portano avanti antiche tradizioni e antiche conoscenze.

A quanto pare però, è stata l’azienda ad offrirsi di fabbricare la capanna per George, come ringraziamento nei confronti di Carlo che aveva contribuito a risollevare le sorti dell’azienda. Del resto la capanna è costata solo 250 ore di lavoro!

Impostazioni privacy