Regala arte e lui diventa famoso: le opere di Samuel in Abruzzo

L’ingegnoso progetto “Saminiamo Arte” di Gabriele Sichetti, in arte Samuel, prende piede in Abruzzo. Il concetto è semplice “ti regalo un quadro se lo vieni a prendere”.

L’arte è da sempre un conceto molto difficile da definire: riuscire a costringere il concetto di arte all’interno di una cornice di significati, è spesso impossibile dato che, al variare delle sensibilità, cambia anche il concetto di ciò che può essere considerata arte o no. E se alcune discipline sono ormai notoriamente riconosciute come artistiche, è sempre interessante notare come si sperimentino nuove modalità per far avvicinare il pubblico verso nuove esperienze artistiche.

Il progetto artistico di Samuel foto IG saminiamo_arte_2024 inabruzzo.it
Il progetto artistico di Samuel foto IG saminiamo_arte_2024 inabruzzo.it

Si tratta di un concetto che è stato molto ben interpretato, negli ultimi tempi, da un artista pescarese, un pittore che ha deciso di portare avanti un progetto che mescola l’arte pittorica con quella che si potrebbe definire pubblicitaria. Col titolo “Seminiamo Arte”, il concetto è semplice: Samuel -questo il nome dell’artista- dipinge dei quadri e poi, semplicemente, li dissemina per la sua città, Pescara, in attesa che qualcuno li raccolga e li porti con sé a casa.

Ecco i risultati

Il confine tra arte e non arte è estremamente labile e, nonostante questo sembri abbastanza semplice da identificare e valicare a piacimento, si finisce molto spesso col confondersi, lasciando tanto alla soggettività dell’osservatore. Per questo motivo, il pubblico ha sempre bisogno di essere stimolato e portato verso nuove concezioni di arte, che permettano di ampliare gli orizzonti verso nuove modalità.

Ecco perché lo fa foto IG saminiamo_arte_2024 inabruzzo.it
Ecco perché lo fa foto IG saminiamo_arte_2024 inabruzzo.it

E gli orizzonti li ha fortemente ampliati Gabriele Sichetti, in arte Samuel, che da diverso tempo ormai porta avanti un progetto molto ambizioso ed estremamente ingegnoso, che mira ad allontanare il concetto secondo cui l’arte appartenga solo a chi la crea, avvicinandosi a una concezione molto più collettivistica: l’artista crea e, immediatamente, la creazione diventa di chiunque voglia fruirne.

Già 11 sono i quadri che sono stati disseminati da Samuel per vari territori abruzzesi, ognuno raffigurante un’immagine che rispecchiasse proprio quel territorio. L’idea del dare senza necessariamente ricevere qualcosa indietro, col semplice intento di diffondere arte, è stata ben accolta dagli abruzzesi che hanno risposto in maniera attiva all’appello dell’artista “ti regalo un quadro se lo vieni a prendere”. 

L’artista pescarese, 32enne, grazie a questa tecnica è riuscito a far tanto parlare di sé e pare che non abbia la minima intenzione di fermarsi: tra i suoi programmi infatti, ci sarebbe quello di realizzare una mostra a scopo benefico. Samuel ha dichiarato infatti:”Da volontario dell’associazione Family Life, presieduta da Giovanna Medoro, che mi ha incoraggiato molto, mi preme aiutare i bambini che hanno bisogno di cure e comunque le persone più fragili”

Gestione cookie