Scene da far west, Polizia in campo

Nelle serie minori continuano a registrarsi, con cadenza settimanale, episodi di violenza: in Calabria si è vista anche la Polizia in campo

Dopo gli incredibili fatti accaduti nel match di Prima Categoria tra Acquaviva e Fonte Bel Verde, con un giovane arbitro 20enne aggredito alle spalle e successivamente ‘costretto’ a sospendere la partita decretando la vittoria a tavolino per la squadra ospitante, le cronache calcistiche – sebbene di sport ci sia davvero poco in siffatte situazioni – si tingono di altri episodi incresciosi.

Scene da far west in Serie D, con la Polizia che interviene in campo
Rissa e Polizia in campo nel match di Serie D (LaPresse) – Inabruzzo.it

Stavolta il teatro è stato lo Stadio Comunale Corrado Alvaro, tana del San Luca Calcio, che ospitava l’Acireale per il match validio per la 24esima giornata del Girone I della Serie D. La partita, terminata 1-1 tra infinite polemiche e momenti di grandissima tensione, era scorsa senza particolari problemi fino agli istanti finali. La decisione del direttore di gara ha infatti mandato su tutte le furie giocatori e dirigenti locali, portando addirittura all’intervento sul terreno di gioco della Polizia. Ma entriamo nel dettaglio di quanto accaduto.

San Luca-Acireale, clamorosa rissa finale: necessario l’intervento delle Forze dell’ordine

Si rende necessario partire dalla stretta cronaca di quanto avvenuto a livello calcistico, e di decisioni arbitrali, per capire cosa è accaduto. Al vantaggio dei padroni di casa – gol realizzato da Pelle – ha risposto il pari di Zuppel su un discusso e contestato calcio di rigore assegnato in pieno recupero.

Scene da far west in Calabria, con la Polizia che interviene in campo
A San Luca si scatena il finimondo (LaPresse) – Inabruzzo.it

Proprio questo episodio ha scatenato una clamorosa rissa che ha reso necessario anche l’intervento delle forze dell’ordine. Dopo il penalty realizzato dall’Acireale infatti, l’arbitro ha fischiato immediatamente la fine del match: è stato questo il momento in cui si sono accesi gli animi, con i dirigenti del San Luca che si sono diretti minacciosi verso il direttore di gara per chiedere spiegazioni.

Si è quasi inevitabilmente – data l’eccessiva tensione che si respirava in campo – scatenata una rissa tra le due squadre, con l’arbitro costretto ad espellere il giocatore Pezzati, del San Luca, per una gomitata a Palma. I padroni di casa, oltre alla beffa del pareggio subìto proprio nel finale, si son resi protagonisti di due cartellini rossi a carico.

Non sono esclusi provvedimenti esemplari da parte del Giudice Sportivo, che applicherà il regolamento disciplinare in base a quanto riportato nel referto dall’arbitro del match. Sperando di non tornare ad occuparsi più di un tipo di cronaca che sta sfociando sempre più nel ‘noir’, allontanandosi nel contempo dai valori dello sport, monta l’attesa per conoscere le conseguenze di questo ennesimo episodio di violenza.

 

Impostazioni privacy