Turismo in Abruzzo
Registra la tua struttura
Area Riservata

Se ricevi questo messaggio WhatsApp non rispondere: come funziona la nuova e pericolosa “truffa romantica”

Stai programmando di andare in Abruzzo?

Prenota il tuo soggiorno in Abruzzo

I criminali le inventano di tutte per rubare soldi alle vittime, e l’ultima truffa inizia con un innocuo messaggio su WhatsApp.

Tutti sappiamo che esistono le truffe sui social o sulle app di messaggistica, via email o che arrivano con un SMS, ma i criminali sanno inventare sempre nuovi inganni.

nuova truffa con messaggio whatsapp
Molte truffe iniziano con un messaggio su WhatsApp – Inabruzzo.it

L’ultimo, ma solo in ordine temporale perché esiste già da tempo, viene chiamato “truffa romantica” dalle Forze dell’Ordine, ma il problema è che le persone non riescono a riconoscere che sono davanti a una frode.

Solamente conoscendo a fondo le dinamiche delle truffe possiamo difenderci, e l’importante è capire che può capitare a chiunque, in qualunque momento. Ecco le ultime novità.

Come funziona la truffa col messaggio su WhatsApp e cosa fare per evitare di cadere nella trappola

Molti pensano che le frodi siano qualcosa “di lontano”, che succede di rado; invece sono frequentissime e possono capitare anche alle persone più accorte.

come funziona la truffa su whatsapp
WhatsApp è uno dei mezzi preferiti dai truffatori – Inabruzzo.it

Per avere un’idea di quanto il fenomeno sia dilagante, ricordiamo che solamente nel 2021 le truffe hanno sottratto alle vittime almeno 4,5 milioni di euro, e questa potrebbe essere solo la punta dell’iceberg.

  • La nuova truffa funziona così: un soggetto riceve un messaggino su WhatsApp, molto innocuo, come ad esempio “allora andiamo in palestra? e naturalmente la vittima pensa che sia un errore.
  • Il criminale finge infatti di aver sbagliato numero, ma poi comincia a intrattenere una conversazione. Il malvivente può avere una foto profilo con una bellissima donna o con un uomo affascinante.

Se trova la vittima giusta, inizia una relazione amichevole fatta di messaggini, in modo da conquistare la sua fiducia. Molto spesso il criminale racconta di essere in difficoltà economiche, magari perché proviene da un Paese straniero in guerra. Il risultato è che riesce a convincere la vittima a sborsare denaro, molto denaro. A volte sotto forma di donazione ma anche come investimento che promette grandi guadagni.

L’ultima storia arriva da un uomo al quale sono stati estorti 30 mila euro, che pensava di aver investito in criptovalute. Purtroppo le truffe “romantiche” o comunque simili sono in netta crescita, e negli ultimi due anni si è registrato un aumento di almeno il 118%. Questo significa che chiunque può essere raggirato.

L’unico modo per difendersi è quello di non abbassare mai la guardia. Se si riceve un messaggino da una persona sconosciuta, non dobbiamo credere alla foto profilo. Possiamo però fare una ricerca in internet e verificare se il numero di cellulare, ad esempio, sia già stato segnalato come fraudolento. Anche la persona può essere cercata nei social, in modo da controllare se esista veramente. Nel dubbio, è meglio chiamare le Forze dell’Ordine e denunciare l’accaduto, soprattutto se si teme di essere stati ingannati.

Impostazioni privacy