Sfregiata la tomba dell’amatissimo cantante: tutti ricorderanno la sua partecipazione ad Amici, la condanna dei genitori

Non è la prima volta che i vandali prendono di mira il luogo in cui dimora la tomba del cantante tanto amato. La rabbia della famiglia è inevitabile. 

Sono già due le occasioni durante le quali alcuni vandali prendono di mira e sfregiano la tomba del cantante morto a 28 anni a causa di una leucemia fulminante.

sfregiata tomba cantante amici
Amici, gravissimo gesto alla tomba del famoso cantante (Fonte Instagram @amiciufficiale) inabruzzo.it

Il suo ricordo è vivo e spesso e volentieri sui social network non mancano le fotografie del cantante. Un dolore immenso quello che ha colpito la sua famiglia, ancor di più quando accadono episodi di vandalismo ai danni della sua tomba.

Cosa è accaduto

I vandali hanno preso di mira la tomba di Michele Merlo, ragazzo morto presso l’ospedale di Bologna – il 6 giugno 2021 – a causa di una leucemia fulminante. Non si tratta della prima volta visto che in passato, al cimitero di Rosà (Vicenza), erano stati trafugati oggetti lasciati sulla tomba del cantante. E ora, invece, è toccato al libro dedicato al giovane scomparso dal titolo “Con il cuore tra le righe” scritto dalla sua amica e fan Alice Porta.

Michele Merlo
Il cantante Michele Merlo con un passato a X Factor e Amici (foto ANSA) 

Ma la storia non finisce qui perché al posto del libro è stato lasciato un insulto. “AP vergognati” si legge, chiaro riferimento all’autrice del libro. Critiche contro l’autrice del testo, ma il libro è stato approvato dalla famiglia del cantante. Al contempo, inoltre, il ricavato delle vendite sarà devoluto alle attività dell’associazione “Romantico Ribelle”. Si tratta di una realtà nata per commemorare il cantante.

La rabbia della famiglia di Michele Merlo

E proprio dall’associazione, presieduta dai genitori del cantante, è arrivato un commento su quanto avvenuto. “Ciò che è accaduto oggi sulla tomba di Michi è vergognoso. Non è la prima volta che vengono rubati o danneggiati gli oggetti che sono lì, ma sottrarre il libro di Alice Porta e lasciare al suo posto un insulto per lei è qualcosa che non possiamo accettare. Il libro di Alice è un libro a cui tutti noi teniamo molto, che abbiamo ‘approvato’ e fortemente voluto per continuare a mantenere vivo il ricordo di Michele“, si legge.

Ovviamente parole di elogio per Alice e il suo libro, poi un invito accorato. “Se chi si è permesso di compiere un gesto cosi ignobile frequenta questa pagina è pregato di non farlo più“, conclude il messaggio social.

Impostazioni privacy