Enogastronomia - articoli in archivio

  • Coatto

  • Coatto, antico piatto “povero” dei pastori di Arsita Pietanza antica della mensa dei pastori d’Abruzzo, che trova nell’agro di Arsita il suo sito ideale. Le origini sono antichissime e certamente esso era conosciuto anche ai latini, da cui, presumibilmente, deriva il nome. Il significato gastronomico di “coactus” del verbo “cogere” sta a significare appunto carne cotta, addensata, ristretta. Altri spiegano il significato del nome della vendita obbligata degli animali accidentalmente uccisi, e di qui la vendita “coatta” annunziata al popolo dal banditore, su decisione dell’autorità comunale, a basso costo. Il coatto esalta la cucina tradizionale dei pastori, con la sua

  • Fracchiata

  • Fracchiata Piatto altamente calorico, si ottiene dalla farina di cicerchia, che conferisce un marcato colore verde a questa gustosa e particolare “polenta del centro-sud”. La cicerchia è una leguminosa fortemente proteica, tanto che i pastori usavano somministrare questa pianta alle pecore in gestazione. Era usanza nelle famiglie dei pastori di Arsita aggiungere anche farina di ceci e granturco e condire la “fracchiata” con olio di alici fritte e peperoni dolci, chiamati “fuffulloni”. Ricetta della Fracchiata Ingredienti per otto persone 1 chilo di farina di cicerchia 500 grammi di farina di ceci 500 grammi di farina di granturco due cipolle peperoni

  • Montonico

  • Vino Montonico Quando nel 1798-1799 i francesi conquistarono i territori di Bisenti, una cosa che rimase impressa ai loro palati fu il vino Montonico, tanto piacevole e delicato da attribuirgli l’appellativo di “le petit champagne”. Un vino le cui tracce scritte su documenti ufficiali risalgono al 1615, ma nonostante ciò, se ne riconosce l’origine sin dal tempo dei Romani. Da allora il suo successo è proseguito ininterrottamente fino agli anni della Prima Guerra Mondiale: secondo alcuni documenti, in quel periodo il territorio bisentino esportava oltre 20mila quintali di vino destinato a estimatori in Germania e in Inghilterra. Attualmente un nuovo

  • Tatu

  • Tatù La caratteristica di questo dolce, che risulta essere il più tradizionale e famoso di Bisenti, è la durezza del biscotto. Durissimo appena fatto, ma che diventa sempre più morbido con il passare del tempo; un tempo di conservazione che arriva a dodici mesi, se tenuti in un posto fresco e dentro un vaso di vetro. Il Tatù, il dolce tipico locale che ha reso famosa Bisenti, ha questa particolarità che lo rende unico. Ideato in tempi medievali da un pasticcere di corte in occasione di un matrimonio di un membro della nobile famiglia degli Acquaviva, a quel tempo signori di queste

  • Olio d’oliva D.O.P “aprutino-pescarese”

  • Scopri tutte quello che c’è da sapere sui produttori abruzzesi di olio d’oliva D.O.P “aprutino-pescarese”, per sapere dove recarti ad acquistare questo squisito prodotto della terra d’Abruzzo. Per fare un turismo di qualità è importante conoscere le peculiarità enogastronomiche della terra che vuoi visitare e l’olio rappresenta una vera ricchezza della tradizione alimentare abruzzese. I produttori di olio d’oliva D.O.P “aprutino-pescarese” Pescara A.p.p.o. Associazione provinciale produttori olivicoli via del circuito 71 – 65121 Pescara – tel 085 294117 – fax 085 4293264 Azienda agricola di Mascio Maria Filomena piazza Garibaldi 3 – 65100 Pescara – tel 085 691202 Azienda agricola

  • Olio d’oliva D.O.P “colline teatine”

  • Scopri tutte quello che c’è da sapere sui produttori abruzzesi di olio d’oliva D.O.P “colline teatine”, per sapere dove recarti ad acquistare questo squisito prodotto della terra d’Abruzzo. Per fare un turismo di qualità è importante conoscere le peculiarità enogastronomiche della terra che vuoi visitare e l’olio rappresenta una vera ricchezza della tradizione alimentare abruzzese. I produttori di olio d’oliva D.O.P “colline teatine” Bomba Società cooperativa a r.l. vinicola olearia San Mauro frazione Vallecupa – 66042 Bomba – tel 0872 860138 – fax 0872 860138 Toccaceli Mauro largo Chiesa 4 – 66042 Bomba – tel 0872 860337 – fax 0872 860337 Casoli Società

  • Olio d’oliva D.O.P “pretuziano colline teramane”: produttori

  • Scopri tutte quello che c’è da sapere sui produttori abruzzesi di olio d’oliva D.O.P “pretuziano delle colline teramane”, per sapere dove recarti ad acquistare questo squisito prodotto della terra d’Abruzzo. Per fare un turismo di qualità è importante conoscere le peculiarità enogastronomiche della terra che vuoi visitare e l’olio rappresenta una vera ricchezza della tradizione alimentare abruzzese. I produttori di olio d’oliva D.O.P “pretuziano delle colline teramane” Colonnella Aiprol  via Vibrata 72 – 64010 Colonnella – tel 0861 757014 Castellalto Di Giacinto Luca Castelnuovo a Vomano, via Nazionale – 64020 Castellalto Eredi Gramenzi Umberto snc villa Gramenzi 25 – 64020

  • Olio di oliva extravergine D.O.P.

  • Abruzzo terra d’olivo L’olivo fu introdotto in queste terre sin dal V secolo a.C. e la sua coltivazione, così come la produzione dell’olio di oliva, vennero sviluppate poi dai romani, come confermano le numerose testimonianze archeologiche e storiche esistenti. In Abruzzo vi sono oggi oltre 40.000 ettari di territorio collinare coltivato a olivo. I secoli hanno permesso si sviluppare una conoscenza contadina raffinata in questo settore e di selezionare numerose varietà: il Leccino è diffuso in tutto il territorio abruzzese, ma altre sono specifiche di aree più ristrette. La Dritta è tipica delle contrade Vestine, la Toccolana di quelle attorno