Turismo in Abruzzo
Registra la tua struttura
Area Riservata

Ateleta

Stai programmando di andare in Abruzzo?

Ateleta
Frazioni
Colli, Sant’Elena
Dati e curiosità
altitudine: 760 m
superficie: 41 km quadrati
nome degli abitanti: ateletesi
Santo patrono: San Vincenzo Ferreri
Festa patronale: 5 Aprile

Fa parte della Comunità Montana Alto Sangro e Altopiano delle Cinque Miglia.
Storia

circa 1730
alcuni coloni provenienti da Pescocostanzo, sottoscrivono contratti di affitto eoccupano i territori degli ex-feudi di Carceri, Roccapizzi e Asinella
1780
una sentenza del Tribunale Misto di Napoli espelle i coloni dal feudo Asinella
30 giugno 1810
la Commissione Feudale (voluta Giuseppe Bonaparte, fratello di Napoleone) aveva riconosciuto ai coloni il diritto perpetuo sui beni fino a quel momento posseduti, rendendoli definitivi. In questa data tale sentenza fu estesa il anche ai coloni di Asinella restituendo loro i beni dei quali erano stati privati nel 1780
14 febbraio 1811
il Re emette il Decreto in cui dichiara: “Il Comune fondato sotto la nostra speciale protezione dai coloni di Roccapizzi e Carceri del Secondo Abruzzo Ulteriore prenderà il nome di Ateleta”, nome greco che vuole dire “senza imposte”, ma anche “franca e immune”
1943
la Seconda Guerra Mondiale provoca la distruzione del paese per oltre il 90% delle case

Da visitare
Il paese offre un bel paesaggio circostante, ma è praticamente privo di beni culturali e monumentali di interesse, data la recente origine e soprattutto essendo stato raso al suolo dal passaggio del fronte durate la Seconda Guerra Mondiale
Immagini di Ateleta
Ateleta

Articoli culturali
cerca articoli culturali su Ateleta in AbruzzoCultura.it
Ricettività

ristoranti di Ateleta

Informazioni turistiche
Comune
Piazza Carolina, 18
tel. 0864 65030
fax: 0864 655952
mail: comune.ateleta@tiscalinet.it
sito: www.comune.ateleta.aq.it
Ateleta.com
www.ateleta.com