Chiuso il Parco Nazionale per la stagione degli amori: la ragione è incredibile

È stata emanata un’ordinanza da parte del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise per bloccare l’accesso al Monte Marsicano. Diversi curiosi si intrufolavano per filmare gli orsi durante la “stagione dell’amore”.

La questione degli orsi in Abruzzo e della loro salvaguardia, è stata e continua a essere al centro di accese discussioni, che hanno portato a diverse iniziative per cercare di arginare determinati fenomeni lesivi per la sicurezza e la tranquillità dell’orso marsicano. Tra gli ultimi, vi avevamo raccontato negli scorsi giorni come, alcuni attivisti del Wwf avessero installato dei dissuasori sonori lungo le strade provinciali, per evitare che gli orsi finissero investiti dalle auto in transito.

La stagione degli amore è iniziata foto Canva inabruzzo.it
La stagione degli amore è iniziata foto Canva inabruzzo.it

Adesso, il problema pare assumere connotati più grotteschi e assurdi. Gli orsi marsicani sono infatti ormai entrati nella stagione degli amori, la stagione degli accoppiamenti, un momento sacro anche in ottica di preservazione di una specie che rischia di scomparire, di cui in Abruzzo si contano soltano una sessantina di esemplari. Ecco cosa è successo.

Il Parco Nazionale corre ai ripari

Dai connotati tragicomici la situazione che ha visto coinvolti gli orsi marsicani che popolano il Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise. Siamo infatti entrati nella cosiddetta stagione degli amori, quel periodo dell’anno in cui gli orsi si dedicano all’accoppiamento. Proprio questa situazione particolare, ha comportato un grande afflusso di turisti curiosi con la volontà di assistere durante l’atto.

Alla ricerca della privacy foto Canva inabruzzo.it
Alla ricerca della privacy foto Canva inabruzzo.it

Molti tra l’altro, non si sono limitati a osservare: chi con un cellulare, chi con attrezzature più complesse, si sono messi a filmare gli orsi durante l’atto d’accoppiamento. Nonostante molti parlino di fini documentaristici, tanto da condividere questi video in gruppi creati appositamente, la preoccupazione più grande nasce per il disturbo che una così costante presenza umana potrebbe arrecarsi agli orsi.

Si legge, in una nota diramata dal Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise:”Crediamo che vedere tanti video di orsi, come quelli postati in questi giorni, sia sicuramente molto emozionante” la nota continua “Non comprendiamo però come nessuno si preoccupi del fastidio, delle interferenze e del disturbo che viene arrecato a questi splendidi e unici animali selvatici”.

Per questo motivo, dai vertici del Parco Nazionale è stata diffusa un’ordinanza che porterà alla chiusura dell’accesso al Monte Marsicano, dal sentiero F10, fino al 9 giugno salvo esigenze di proroga per la migliore tutela degli orsi. I curiosi erano tanto organizzati da aver condiviso chat dove riportavano informazioni riguardo location e orari in cui trovare gli orsi in accoppiamento. In molti hanno anche contravvenuto al regolamento sulla fruizione turistica delle aree, salendo in quota anche prima dell’alba.

Impostazioni privacy