“Ho toccato il fondo…”: Raoul Bova segnato per sempre dal dramma

Raoul Bova si è lasciato andare, in un’intervista, ad una confessione molto dolorosa: l’attore ha raccontato il dramma che lo ha segnato.

Raoul Bova è uno degli attori più amati ed apprezzati del panorama cinematografico italiano. Quest’anno è tornato in televisione, da protagonista, nella serie che ha riscontrato grande successo, I Fantastici 5, in cui ha portato in scena l’allenatore di atletica Riccardo Bramanti. Alla Casa del Cinema di Roma, aveva raccontato che non è stato facile portare in scena un ruolo così complesso, perché nel corso delle riprese ci sono stati vari cambiamenti.

raoul bova dramma
Raoul Bova ha vissuto degli anni difficili (inabruzzo.it)

Ha quindi messo in primo piano il lavoro minuzioso che è stato fatto per mettere su tale narrazione. Il 12 febbraio è invece arrivato su Prime Video, con il film Pensati Sexy, in cui ha interpretato il ruolo di Donato. Oggi Raoul Bova ha una carriera alle spalle ricca di successi, dato che dopo aver mosso i primi passi, non si è più fermato. Nel corso della sua vita, però, ha vissuto dei periodi molto complicati: lui stesso ne ha parlato, lasciandosi andare ad una difficile confessione.

Raoul Bova ha vissuto un difficile dramma: arriva la dolorosa rivelazione dell’attore

Dopo anni e anni di lavoro tra il cinema e la televisione, Raoul Bova si è affermato nel gruppo degli attori più richiesti dai registi. Nonostante abbia toccato a pieno il successo, non sempre la vita è stata buona con lui. In una vecchia intervista rilasciata a Il corriere della sera, aveva infatti raccontato le difficoltà trascorse nel corso degli ultimi anni, quando è stato messo a dura prova, da alcuni tragici eventi che lo hanno colpito.

raoul bova segnato dramma
Raoul Bova, la difficile confessione dell’attore (Foto Ansa) inabruzzo.it

Ho toccato il fondo e la sfida è stata non naufragare. Ho perso i miei genitori in poco tempo. Devi fare i conti con le tue fragilità. La mia debolezza si è rivelata la mia forza”, ha raccontato. L’attore ha spiegato che la debolezza psicologica era, allora, coincisa con quella fisica. Negli stessi giorni in cui moriva sua madre, aveva avuto un infortunio, fratturandosi due ossa della gamba. Poi, successivamente, è arrivata la rinascita che lo ha portato a scrivere un libro, Le regole dell’acqua.

Raoul ha quindi riabbracciato la sua primissima passione: “Sono ripartito da lì. Ho incontrato Manuel Bortuzzo. Ho messo a confronto il mio dolore con il suo. Ci siamo dati energia”. Ed è, a quanto pare, proprio grazie al giovane nuotatore che l’attore ha ricominciato ad allenarsi e ha trovato, di nuovo- dopo il dolore che l’ha fortemente segnato- la forza che aveva perso.

Impostazioni privacy