Turismo in Abruzzo
Registra la tua struttura
Area Riservata

Regina Elisabetta, spunta il retroscena (strappalacrime) prima della sua morte: cosa ha chiesto

Stai programmando di andare in Abruzzo?

Prenota il tuo soggiorno in Abruzzo

La Regina Elisabetta è morta serenamente nel suo letto, ma il toccante retroscena sulla sua dipartita è stato reso noto soltanto ora.

La Regina Elisabetta è morta l’8 Settembre 2022 dopo una malattia che, progressivamente, le ha tolto le forze ma soprattutto la possibilità di rimanere in piedi e muoversi in maniera autonoma come la sovrana aveva sempre fatto nonostante l’età avanzata.

morte regina elisabetta retroscena strappalacrime
Una delle ultime foto della Regina Elisabetta – Fonte Ansa – inabruzzo.it

Da molto tempo la Regina aveva lasciato Buckingham Palace: fin dall’inizio della Pandemia, infatti, il suo staff l’aveva pregata di trasferirsi nella sua residenza di famiglia a Windsor. Il palazzo di Windsor infatti è molto più piccolo di Buckingham Palace e, per questo motivo, necessitava di meno personale addetto alla sicurezza e al servizio, quindi era più facile prevenire il contagio di Sua Maestà.

Anche dopo la Pandemia, Elisabetta era rimasta nella stessa casa, ma aveva continuato a muoversi tra le residenze reali secondo il calendario delle sue ormai storiche abitudini. Per esempio, nel periodo di Natale si è trasferita a Sandringham, dove tradizionalmente la Famiglia Reale trascorre il Natale nel ricordo di Giorgio VI, padre della Regina Elisabetta, che trascorse lì le sue ultime festività.

Nel periodo estivo, invece, la Regina si trasferiva a Balmoral, la sua amatissima residenza in Scozia che era destinata ai passatempi più amati dalla Famiglia Reale come andare a caccia e trascorrere tempo all’aria aperta. Proprio a Balmoral, considerata una vera e propria casa di vacanza, si trovava Elisabetta quando si capì che la Regina era prossima alla morte.

La terribile scelta della Regina Elisabetta

Elisabetta sapeva benissimo che anche il suo funerale sarebbe stato un evento storico, esattamente come tutti quelli che nel corso degli anni hanno scandito la sua vita. Esattamente come la sua incoronazione, però, il funerale della Regina era stato organizzato per molti anni fin nei minimi dettagli e comprendeva una serie enorme di figuranti.

morte regina elisabetta retroscena strappalacrime
Il feretro della Regina Elisabetta segue il corso del Tamigi – Fonte Ansa – inabruzzo.it

Mettere in modo una macchina organizzativa del genere ovviamente non sarebbe stato facile e il London Bridge (nome in codice per il funerale della Regina) era un piano che prevedeva diverse variabili, con diverse strategie organizzative a seconda del luogo di morte della Regina. 

Elisabetta sapeva benissimo che la gestione del suo funerale sarebbe stata comunque più semplice se lei fosse morta a Buckingham Palace, nel cuore di Londra, e non nella lontanissima Scozia. Prossima alla morte, quindi, la Regina era pronta a ordinare di essere trasferita a Londra per morire a Buckingham Palace e compiere il suo dovere fino all’ultimo, facilitando il compito del suo staff.

Furono i figli di Elisabetta a convincere la Regina a rimanere a Balmoral godendosi gli ultimi giorni nella pace e nella serenità di una delle sue dimore preferite, prendendosi il diritto, per una volta, di seguire i desideri del suo cuore invece dei doveri importi dalla Corona. Lo ha rivelato la Principessa Anna in una lunga intervista resa pubblica di recente.

Impostazioni privacy