inAbruzzo | Cesacastina
2479
post-template-default,single,single-post,postid-2479,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-3.8.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1.1,vc_responsive

Cesacastina

Cesacastina, frazione di Crognaleto

Cesacastina

Dati e curiosità

  • frazione di Crognaleto (Te)
  • area : Monti della Laga

Introduzione

Annidato sul fianco di una pendice a più di mille metri di altezza, con alle spalle le vette del Colle della Pietra (1683 m) e con una splendida vista sulla catena del Gran Sasso, Cesacastina si distende lungo un asse principale orientato sud-est/nord-ovest.

Da vedere

Chiesa dei Santissimi Pietro e Paolo

Chiesa dei Santissimi Pietro e Paolo

La chiesa dedicata ai Santissimi Pietro e Paolo, è costruita con blocchi di arenaria locale ben squadrati in facciata su cui si imposta un campanile per tre campane con lo stemma papale e muratura in pietra sugli altri lati. Sul coronamento, che potrebbe risalire al 1696 oppure ai primi anni del Settecento giacché la più antica delle tre campane reca la data del 1717, sono collocati due leoni di pietra accovacciati del XVI secolo avanzato e sulla sommità del campanile a vela si scorge una tozza statua di San Pietro con grossa chiave nella mano sinistra.

All’interno la chiesa si presenta con una pianta a croce ed è adorna di altari barocchi di legno dipinto e dorata. Fin dalla visita pastorale del 1575 è ricordato fra gli arredi della chiesa un calice d’argento dorato con smalti, opera di Bartolomeo di Teramo (1426) e una croce d’argento scagliato e dorato con smalti rossi e blu, riferibile allo scorcio del XIV secolo e recante il marchio AQL usato da una corporazione di argentieri aquilani attiva anche nella prima metà del secolo. Nel braccio destro della chiesa è da segnalare, infine, una piccola acquasantiera con il bacino interno decorato da pesci e da un serpente maculato che si attorce intorno al monogramma radiato bernardiniano.

Foto di Cesacastina

Vedi tutte le immagini di Cesacastina