inAbruzzo | Stazioni sciistiche in Abruzzo
205
post-template-default,single,single-post,postid-205,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-3.8.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1.1,vc_responsive

Stazioni sciistiche in Abruzzo

Stazioni sciistiche in Abruzzo

Per sciare in pista o per fare snowboard in Abruzzo

Tra il Gran Sasso e la Majella, il Velino-Sirente e i monti del Parco Nazionale d’Abruzzo, le Cinquemiglia e i Monti Carseolani e Simbruini, i turisti trovano a loro disposizione numerose stazioni sciistiche ben attrezzate.

San Giacomo – Monte Piselli

Panorami mozzafiato dal massiccio della Montagna dei Fiori, versante settentrionale tra Abruzzo e Marche: Una seggiovia e 3 skilift, per 5Km di piste interamente in provincia di Teramo, offrono scorci sulla valle del Tronto, i Sibillini e la Laga, sino al litorale adriatico. Il comprensorio fa perno su 2 alberghi di San Giacomo. 

Prati di Tivo

La storica stazione sciistica del teramano si appoggia sul centro storico di Pietracamela. Le piste si snodano sul versante settentrionale del Corno Piccolo del Gran Sasso. Dal piazzale dei Prati, a quota 1450 metri, partono 6 skilift e la seggiovia sino ai 2000 metri dell’Arapietra. Gli impianti servono 20 Km di piste di discesa, più una per il fondo. La zona, frequentata anche d’estate per escursioni e ascensioni, è ricca di itinerari per fuoripista e sci-alpinismo. Tra i Prati di Tivo e la vicina Pietracamela sono in funzione 7 alberghi.

Prato Selva

Piccola e suggestiva stazione sciistica ai piedi dei boschi del Monte Corvo, nel cuore del versante teramano del Gran Sasso a 1400 metri. Offre agli appassionati le più lunghe discese del massiccio. La seggiovia sale nel bosco fino ai 1800 metri di Colle Abetone, ed è affiancata da 3 skilift. 2 gli alberghi, uno alla base delle piste e un altro nel bel centro storico di Fano Adriano. 

Campo Imperatore – Monte Cristo

Lo storico albergo di Campo Imperatore (2130 metri) è al centro del più alto comprensorio d’Abruzzo, che sale con i suoi skilift ai 2233 metri del Monte Scindarella. In inverno Campo Imperatore è raggiungibile solo in funivia dalla stazione base ai 1120 metri di Fonte Cerreto. La quota elevata favorisce l’ottimo innevamento. A valle di Campo Imperatore la conca di Monte Cristo (1450 metri) ospita altri 4 skilift e alcune piste brevi. L’altopiano offre buone possibilità agli appassionati di fondo, mentre i canaloni consentono itinerari fuoripista e di sci-alpinismo, tra cui la classica discesa dei Tre Valloni. A Campo Imperatore sono disponibili un albergo e un ostello, mentre 4 alberghi sono in funzione a Fonte Cerreto.  

Campo Felice

La stazione è assai frequentata dagli sciatori della Capitale. Campo Felice si distende a sud di L’Aquila, sul massiccio del Velino. Gli impianti di risalita, compresi tra i 1400 e i 2064 metri, includono 8 seggiovie (di cui 5 quadriposto), 2 sciovie e 2 manovie e servono 20 piste da discesa per complessivi 40 Km, di cui 5 tracciati brevi utilizzati dalle scuole di sci. Il fondista trova a sua disposizione piste sull’altopiano e itinerari escursionistici. Per soggiorni prolungati si può scegliere tra i 2 alberghi di Lucoli e di Casamaina, 2 alberghi a Rocca di Cambio e l’unico albergo nella conca di Campo Felice. 

Ovindoli – La Magnola

E’ una delle stazioni sciistiche più note e più frequentate, e rappresenta la porta dell’Altopiano delle Rocche, un vasto pianoro che separa il Velino dal Sirente. Gli impianti che salgono da quota 1450 verso i 2220 metri del crinale del monte Magnola includono la moderna telecabina, 4 seggiovie e 4 sciovie, e servono una ventina di interessanti e panoramiche piste di discesa per uno sviluppo di quasi 30 chilometri. La stazione è dotata di 10 Km di piste a innevamento programmato e di percorsi di fondo con anelli da 3 e 5 Km a 1.900 metri di quota. Sono in funzione 11 alberghi, più le strutture ricettive dei centri di Rovere e Rocca di Mezzo.

Marsia

Circondata dalle faggete dei Monti Carseolani e Simbruini, la piccola stazione di Marsia offre belle piste immerse in un’atmosfera fuori dal tempo. Dai 1450 metri della stazione, una seggiovia e 3 skilift salgono ai 1740 metri del Monte Midia, e servono 3 piste da discesa, cui si affiancano un anello battuto e numerosi itinerari escursionistici. Oltre all’unico albergo della località, è possibile appoggiarsi alla vicina Tagliacozzo.

Campo Rotondo

Si raggiunge dal centro di Cappadocia e offre piacevoli discese tra i boschi dei Monti Carseolani. 3 skilift salgono dai 1450 metri di Campo Rotondo verso i 1750 della Monna Rosa con varie piste di discesa e da fondo. A Campo Rotondo sono in funzione 2 alberghi.

Pescasseroli

Nel cuore del Parco Nazionale d’Abruzzo, si scia su piste ai fianchi del Monte delle Vitelle, a ovest della Valle del Sangro e del centro storico. 2 seggiovie e 5 skilift danno accesso a 12 piste suddivise tra tutti i livelli di difficoltà (3 nere, 6 rosse, 4 azzurre e persino un campo-scuola). I fondisti hanno a disposizione le piste di Opi-Macchiarvana e gli itinerari escursionistici nei dintorni del paese. La località dispone di 19 alberghi.

Scanno

Borgo celebre in tutto il mondo, in inverno Scanno permette di scegliere tra due zone sciistiche diverse. La seggiovia principale parte dai 1050 metri del paese sino ai 1615 metri del rifugio di Monte Rotondo; attorno altri 3 skilift servono il comprensorio più esteso della zona. Altri quattro skilift partono dai 1560 metri di Passo Godi e servono piste più brevi. Sul valico è in funzione un anello da fondo con itinerari escursionistici. Sulle rive del lago sono attivi ben 19 tra alberghi e pensioni.

Roccaraso

Porta dell’Altopiano delle Cinquemiglia, Roccaraso è una delle stazioni sciistiche più note e attrezzate d’Abruzzo. Alcuni impianti e piste brevi sono nei pressi del paese a 1236 metri, ma il comprensorio principale è quello dell’Aremogna-Pizzalto, che dai 1500 metri dell’omonimo altopiano sale ai 2140 metri delle Toppe del Tesoro. Cabinovia, 3 seggiovie e 4 skilift servono 60 Km di piste di varia difficoltà, collegate con quelle di Rivisondoli-Monte Pratello. Tra il centro di Roccaraso e la conca dell’Aremogna sono in funzione 23 alberghi. L’area sciistica è attrezzata con una cabinovia a 6 posti, 8 seggiovie e 12 skilift: dal campo scuola alle piste omologate per gare nazionali e internazionali, collegate con altri 48 Km di piste della vicina stazione invernale di Rivisondoli-Monte Pratello; anche qui si scia con lo Skipass Alto Sangro, lo stesso utilizzato sulle piste di Pescasseroli e Pescocostanzo.

Rivisondoli

Rivisondoli è la porta di accesso al comprensorio che sale dai 1390 metri della base ai 2056 metri del Monte Pratello. La cabinovia con agganciamento automatico, le 2 seggiovie e i 6 skilift servono i 48 Km di piste di discesa, molte delle quali di notevole sviluppo, collegate con quelle di Roccaraso Aremogna-Pizzalto che si estendono per oltre 670 Km. Per i soggiorni è possibile scegliere tra l’albergo alla base delle piste e una decina di hotel, per lo più a tre stelle, che si trovano in centro a Rivisondoli, dove sono disponibili anche residence e B&B.

Pescocostanzo

Centro storico cinquecentesco perfettamente conservato, Pescocostanzo offre belle piste tracciate tra i 1395 metri del paese e i 1743 metri del Monte Calvario. La seggiovia e i 2 skilift servono 15 Km di piste. Ci sono anche gli anelli per il fondo nella cornice naturale del Bosco di Sant’Antonio. In paese ci sono 5 alberghi e numerosi alloggi B&B.

Pizzoferrato e Gamberale

Tra i Monti Pizi, nella Majella, si snodano le brevi e scenografiche piste del piccolo comprensorio sciistico al confine tra Pizzoferrato e Gamberale e servito da 2 skilift. La zona è interessante anche per l’appassionato di sci di fondo. In ciascuna località è in funzione un albergo.

Passolanciano – La Majelletta

Quello di Passolanciano – La Majelletta, all’estremità settentrionale della Macella, per via del panorama è uno dei comprensori più spettacolari d’Abruzzo. Celebre grazie alla visuale che spazia dalle piste fino all’Adriatico, e all’ottimo innevamento, il bacino sciistico sale dai 1306 metri di Passolanciano fino ai 1995 metri della cima della Majelletta. La seggiovia e gli 8 skilift servono 27 piste di discesa ripartite tra tutti i diversi livelli di difficoltà, senza tralasciare due ampi anelli per il fondo. Nella zona sono in funzione 6 alberghi e 2 rifugi del CAI.

Campo di Giove

Ai piedi del ripido versante ovest della Majella si trova Campo di Giove, che sale fino a quota 2350 sui pendii della Tavola Rotonda. E’ la più alta quota sciistica d’Abruzzo raggiungibile con sistemi di risalita. La cabinovia sale da quota 1150 ai 1652 metri del Guado di Coccia, il valico tra la Tavola Rotonda e il Monte Porrara. Intorno sono in funzione 5 skilift per quasi 20 Km di piste. 12 i Km di percorsi di fondo. In paese e nella zona degli impianti sono in funzione 6 alberghi e numerosi B&B.

Pacentro – Passo San Leonardo

Situato a 1282 metri, Guado San Leonardo è il valico che la statale 487 attraversa tra Caramanico Terme e Pacentro. E’ il punto nodale di una stazione sciistica che dispone di 2 skilift e 7 Km di piste, con un anello per il fondo.