inAbruzzo | Cocullo
1774
post-template-default,single,single-post,postid-1774,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-3.8.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1.1,vc_responsive
Cocullo

Cocullo

Cocullo

Frazioni

Casale di Cocullo

Dati e curiosità

  • altitudine: 900 m
  • superficie: 31 km quadrati
  • nome degli abitanti: cocullesi
  • Santo patrono: San Domenico abate
  • Festa patronale: Primo maggio

Storia

  • Epoca protostorica
    Le tracce archeologiche rinvenute nelle località di Casale e Triana dimostrano la frequentazione di questi territori fin da allora.
  • Epoca preromana-romana
    I bronzetti e la necropoli scoperte nel territorio certificano l’esistenza di un pagus, Cuculum, sito che poi sarà occupato dalla romana Koukoulon.
  • Epoca medievale
    Sorge l’attuale abitato, in una posizione rialzata rispetto alla precedente. Diversi furono i feudatari che vi si avvicendarono: Piccolomini, Peretti, Cesarini, Cesarini-Sforza, Barberini, Colonna, Giustiniani, Bodavilla, fino all’eversione della feudalità (1806).

Da visitare a Cocullo

Torre medievale

Cocullo (Aq), la torre del castello

Torre del castello

Costruita in muratura con blocchi di pietra di base quadrata, adattata poi come campanile della chiesa di San Nicola.

Porta Ruggeri

Si tratta della porta più prossima alla torre medioevale, costruita ad arco a sesto acuto prende il nome dalla famiglia Ruggeri di Celano.

Porta di Manno

Fu costruita direttamente sulla roccia dello sperone su cui sorge il paese.

Chiesa di San Nicola

Originaria del XIV secolo, fu danneggiata dal terremoto del 1915 e mai restaurata. Ridotta oramai in cattivo stato di conservazione è attualmente sconsacrata. Sopra il rosone è ancora presente uno stemma.

Chiesa della Madonna delle Grazie

Chiesa della Madonna delle Grazie

Chiesa della Madonna delle Grazie

Del XIII secolo, ma ha subito notevoli rifacimenti nel corso dei secoli. La facciata presenta un rosone, un architrave che raffigura l’Agnus Dei, due statue cinquecentesche poste in due edicole. Il portale è sormontato da una lunetta ogivale. Un secondo portale risale al 1552. Fu costruita ad un’unica navata, conserva affreschi del 1500 che raffigurano la deposizione, la crocifissione e un trittico di Sant’Antonio, della Maddalena e di Sant’Amico si San pietro Avellana.

Chiesa di San Domenico

Chiesa di San Domenico

La chiesa è stata ricostruita interamente in anni recenti sul suo impianto seicentesco. E’ meta dei fedeli devoti a San Domenico e durante la festa dei serpari è usanza che i fedeli tirino la campanella della chiesa con i denti.

Immagini di Cocullo

Eventi

Primo maggio
Festa religiosa in onore di San Domenico con il Rito dei Serpari

Cocullo, San Domenico e i Serpari, edizione 2006

San Domenico e i Serpari

Ricettività

Informazioni turistiche

Comune
piazza Madonna delle Grazie 1
Cocullo 67030

Tel: 0864 49117
Fax: 0864 49449
Email: comune.cocullo@katamail.com
Sito internet: www.comune.cocullo.aq.it

Pro loco
tel. 0864 490004

Coordinate GPS per navigatori satellitari

Lat. 42° 2’ 2”
Long. 13° 46’ 33”

Tags: